Berlusconi: Merkel e Sarkozy ridono. L’Italia non ride più.

Articolo pubblicato il 24 ottobre 2011
Articolo pubblicato il 24 ottobre 2011

Un mese fa, durante una conferenza della Commissaria europea Viviane Reding, al solo pronunciare il nome “Silvio Berlusconi” da parte di uno studente, rise tutta l’aula magna di Sciences Po a Parigi. Ieri, a Bruxelles, durante il punto stampa del summit del Consiglio Europeo, Nicolas Sarkozy e Angela Merkel non sono riusciti a trattenersi. L’Italia ha riso per 20 anni delle sue uscite televisive, delle sue barzellette, delle sue gaffe internazionali. Anche gli oppositori, in fondo, lo trovavano simpatico. Dal 2009 la sua ex moglie va dicendo che è un uomo malato, ma noi abbiamo continuato a ridere. Quando la smetteremo? Forse al prossimo declassamento del debito pubblico italiano?