società

Tacchi alti, perizoma e pallone a Varsavia

Articolo pubblicato il 28 giugno 2012
Articolo pubblicato il 28 giugno 2012
Orde di tifosi di fronte a tacchi alti e perizoma? E' un po' come se un amante attirasse pallone e prostituzione. A ogni competizione sportiva di massa avvengono anche una serie di passaggi di tutt'altro genere. In Polonia, organizzatrice insieme all'Ucraina di Euro 2012, dove il turismo sessuale va alla grande, ci si aspetta, fra giugno e luglio, un vero record nel mondo della prostituzione.
Legale, economica e redditizia: i fanatici del calcio eccitati dai calzoncini si stanno già fregando le mani.

E se venissi a mettere a punto la tua condizione fisica prima della partita?”. Atteggiamento lascivo, dorso inarcato, sguardo provocante, le “ragazze di Euro 2012” adescano i clienti. Seno nudo, biancheria minimalista e pallone in mano, provocano il tifoso sui volantini. Si è sviluppato un mercato aggressivo “speciale scarpe chiodate”. Provate a lasciare la vostra macchina per un'oretta nelle strade di Varsavia: sarà abbellita con una locandina delle più infuocate. Un adescamento in piena regola da parte dei pub che offrono strip-tease e massaggi rifiniti, come non se ne vedono più da nessuna parte. A cinque settimane dal campionato Europeo, i tour- operator del sesso carburavano già a pieno regime. Nelle città ospitanti la prostituzione si è messa all'opera. Varsavia, Poznan, Wroclaw, Gdansk. In Internet, si succedono gli annunci delle ragazze, testa all'indietro: "disponibile subito, mezz'ora venti euro, un'ora venticinque”, questo per le più economiche.

I clienti del sito già smaniano. Un Ebay della prostituzione con consigli pratici in omaggio. E' possibile prenotare i club o le ragazze sui cataloghi fotografici, con preferenze sulla taglia del reggiseno, l'età o i servizi particolari.

E qualche volta si trovano commenti sulle proprie scelte, di una eleganza molto relativa: “Bisogna dire che da quelle parti è tutto molto allettante: night-club lungo le strade dipartimentali, agenzie nel pieno centro delle città, donne bellissime. Dunque, entro in un night e subito una ragazza affascinante mi propone la carte dei vini. Primo contatto estremamente caloroso e prezzi incredibilmente bassi (come più o meno tutto in questo paese), poi si passa alle cose serie”. Questo è il commento firmato “Titilleur” nel forum “ Sexualité” di Doctissimo.

Una destinazione già nota ai turisti del sesso

Al di là del calcio, la Polonia è una meta sessuale in fase di organizzazione. Se le prostitute si aspettano un maggior numero di clienti durante Euro 2012, hanno comunque già un elenco di prenotazioni costituito da nomi occidentali. In aereo o in pullman, ci sono dei tour operator specializzati nel turismo sessuale all'Est. Pare che i night polacchi siano tenuti in gran conto da italiani, inglesi e altri scandinavi. Gabriela offre i suoi servizi a Lodz; fra i suoi clienti ci sono uomini occidentali. Si è fatta intervistare dal settimanale Newsweek Polska, in un articolo pubblicato il 30 gennaio 2012. “Al di là del calcio, gli occidentali vanno comunque in Polonia. Ogni giorno arrivano aerei di italiani, habitué della vita notturna locale. Gli inglesi, invece, pescano dalle parti di Cracovia. Quanto a Gdansk, ci trovi soprattutto degli scandinavi”.

Questo è un paese incredibile per quanto riguarda i prezzi, ve lo consiglio!!”. In Internet i clienti vantano i meriti della prostituta polacca: disponibile, economica, abbordabile, gentile. Tutto gira intorno a questo. Con precisazioni tariffarie. Da 80 a 100 zloty per mezz'ora, vale a dire dai 20 ai 25 euro. Da 100 a 300 zloty un'ora in albergo, 25 euro la principiante, 70 la più esperta. “I prezzi sono totalmente differenti! Tenendo conto che in Francia bisogna mettere in conto 30 euro per la fellatio, minimo 60 per andare in un albergo lercio e da 200 a 300 per un'ora con una prostituta” ,precisa “Le grand bleu” sullo stesso forum. La Polonia, per i clienti risulta da quattro a otto volte meno cara. Con meno rischi che altrove perché la prostituzione in Polonia è legale al 100%.

Il fanatico sarà un buon pollo da spennare?

L'industria della prostituzione ha capito questa specificità “made in Polonia”. Per loro, le competizioni sportive di grande richiamo vogliono dire spostamento di una folla di tifosi e dunque clienti da attirare. Le agenzie di “incontri” - come si chiamano in Polonia- e i club si organizzano per rispondere alle richieste di Euro 2012. Sonia è una ragazza che lavora in una delle agenzie di Poznan.: “Ci stiamo preparando. Nessuna di noi prevede di andare in vacanza o sparire dalla circolazione in questo periodo. Si può guadagnare molto di più in meno tempo. Potremo anche permetterci di aumentare un po' i prezzi” . Il fanatico sarà un buon pollo da spennare? Non è detto, considerando la fama di prezzi economici della Polonia. Le prostitute contano di rifarsi soprattutto con la quantità. Come Sabine che lavora in un'agenzia osé: "A Gdansk ci saranno svedesi e tedeschi. Insomma, noi contiamo di fare un record di incassi”. Mediamente, Gabriela e l'amica possono far conto su 5/6000 zloty al mese (da 1.200 a 1.400 euro). “Bastano per le necessità quotidiane, ma non si riesce a risparmiare. Grazie all'Euro non staremo disoccupate. Speriamo di poter almeno triplicare i nostri incassi”, continua a raccontare al settimanale Newsweek Polska. Per fare un paragone, secondo il GUS, l'ufficio centrale di statistica polacco, il salario medio di un polacco è di 3.399 zloty (804 euro) nel 2011, dal 1 gennaio il minimo salariale è passato a 1.500 zloty (355 euro).

La società civile si preoccupa piuttosto delle conseguenze di questi fiumi di testosterone nelle strade. Joanna Garnier della fondazione La Strada parla per loro: “Più che il problema prostituzione, ci preoccupiamo della sicurezza delle donne in generale. Ci sarà molta gente, un mare di alcool e uomini alla ricerca di sesso. Le donne potrebbero subire pesanti molestie per strada, approcci e palpeggiamenti. Temiamo violenze e stupri”.