società

Patate transgeniche per l'Europa: OGM presto nelle nostre tavole?

Articolo pubblicato il 03 marzo 2010
Articolo pubblicato il 03 marzo 2010
È la prima volta dal 1998 che un organismo geneticamente modificato (OGM) riceve l’autorizzazione ad essere coltivato in Europa. Reazioni contrastanti da parte della stampa europea.

La Repubblica – Italia: «L’Europa si arrende agli OGM»

LogoIl via libera della Commissione Europea alla coltura della patata transgenica Amflora è la conseguenza degli interessi commerciali delle multinazionali, stima Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, sul quotidiano La Repubblica: «L’Europa fa gola ai produttori di organismi geneticamente modificati (OGM). Il Vecchio Continente rivestiva un’importanza strategica nei loro piani di conquista del pianeta, ma qualcosa è andato storto: moratorie, allarme o rifiuto da parte dei cittadini, norme di precauzione legalmente vincolanti. A tal punto che, lo scorso anno, le superfici coltivate ad OGM nel continente si sono ridotte del 12%. … Sono convinto che se le multinazionali che producono OGM, nei prossimi due anni, non riescono ad entrare nei mercati che gli sono ancora interdetti, saranno costrette a rivedere i loro piani e cominceranno a registrare le prime perdite economiche. Ecco qual è il vero motivo di questa ennesima offensiva contro il buon senso e la volontà dei cittadini europei». (Articolo del 03/03/2010)

Les Echos – Francia : «Gli OGM contro la fame nel mondo»

Gli organismi geneticamente modificati potrebbero far diminuire la fame nel mondo, riporta il quotidiano economico d’oltralpe Les Echos, anche se i francesi in generale si oppongono al geneticamente modificato: «Nel settore agricolo alcuni vorrebbero che venga tollerato solamente ciò che è a “rischio zero”. … Dopo le grandi potenze agricole – Stati Uniti e Brasile – sono ormai i nostri vicini europei che si convertono agli OGM … Di fronte a questa rivoluzione tecnologica, gli agricoltori francesi vogliono ritrovarsi indietro rispetto agli altri. Questo isolamento è incomprensibile visto e considerato che gli OGM, tanto vituperati, potrebbero rappresentare in parte la soluzione al problema della fame nel mondo, contribuendo allo stesso tempo ad uno sviluppo più sostenibile. Ieri, con l’annuncio dell’autorizzazione della patata transgenica, la Commissione Europea ha avuto la buona idea di rilanciare il dibattito». (Articolo del 03/03/2010)

Novinar – Bulgaria: «Europa troppo indecisa sugli OGM»

L’approvazione da parte dell’Unione Europea della coltura della patata transgenica Amflora, inasprirà il dibattito in Bulgaria circa una possibile riforma legale in questo senso, dichiara il quotidiano bulgaro Novinar: «Cosa significa questa decisione dell’Ue? Che ci sarà un cambiamento nella politica dell’Unione in materia di OGM? Che questa patata non è che l’inizio e che altri tipi di OGM arriveranno presto in Europa? Che le lobby genetiche esercitano una pressione enorme sull’Ue e che questa ha ceduto? Che accettare dei prodotti alimentari geneticamente modificati è inevitabile, perché siamo tutti sulla stessa barca? Chi lo sa. Questa decisione creerà sicuramente confusione in Bulgaria, in un momento in cui c’è un grande scontro tra i favorevoli ed i contrari agli OGM». (Articolo del 03/03/2010)

Foto: Jordan Prestort/flickr

A proposito di patate vedi anche l'articolo:"Una patata dai mille volti"