società

Obama: «Giovane, bello e abbronzato»

Articolo pubblicato il 22 gennaio 2009
Articolo pubblicato il 22 gennaio 2009
Spesso si rimprovera ai politici di essere demagogici o di parlare politichese. Capita, invece, che dicano esattamente quello che pensano, ma per errore. Un’ode al parlar franco di Rajoy, Jack Lang, Berlusconi, Boris Johnson e Rachida Dati. I video.

La parata è una rottura di scatole

Senza dubbio, le cerimonie di protocollo sembrano davvero noiose. Ma se osa dirlo un uomo politico, è quasi uno scandalo. Mariano Rajoy, Presidente del Partito Popolare spagnolo, ne ha fatto le spese. Qualche giorno prima del dia dell'Hispanidad ha definito la sfilata

militare «una rottura di scatole». Inopportuno. Tanto più che, l'anno precedente, aveva realizzato un video per invitare la popolazione... a una partecipazione massiccia!

«Coraggio, merda!»

Nella categoria del parlare francamente, ecco un invitato insperato: Jack Lang, il socialista francese, dotato di un estro sempre limpido. Per una volta, la verità nuda e cruda esce dalle sue labbra. Non esita a chiedere «un po' di coraggio, merda!» per gli investimenti pubblici.

«Giovane, bello e abbronzato!»

Parlare di politica con umorismo senza evocare Berlusconi, è impossibile. Stavolta, è stato il nuovo Presidente degli Stati Uniti a far le spese della "sincerità" del Primo Ministro italiano. Prevedibile, ma sempre spassoso.

Johnson e i trasporti pubblici

Chi ha detto che gli uomini politici schivano sempre le domande imbrogliando le carte con risposte vaghe? Ci provano, ma non ci riescono sempre, come dimostra, suo malgrado, Boris Johnson, il sindaco di Londra. Si è trovato messo alle corde da un giornalista, riguardo al prezzo della sua proposta di rinnovo dei trasporti pubblici della città. Siamo pronti a scommettere che con un po' di esperienza farà delle uscite migliori.

Sul fascino del Ministro

Come tutto il mondo, gli uomini (e le donne) della politica hanno anche i loro piccoli misteri e le loro opinioni sui colleghi. Quelli di Rachida Dati e di Françoise de Panafieu sul fascino del Ministro dell'ecologica Jean-Luis Borloo non sono particolarmente favorevoli a quest'ultimo. Peccato per lui che i media fossero là, pronti a scoprire questi pareri, per lo meno «sinceri».