società

Mappa della settimana: quanti bambini nascono in UE?

Articolo pubblicato il 30 ottobre 2015
Articolo pubblicato il 30 ottobre 2015

Di solito è la Germania ad avere i tassi di fecondità più bassi d'Europa. Ma dagli ultimi dati pare che la Polonia voglia sottrarle questo discutibile primato. Perché la popolazione polacca sta diventando sempre più anziana?

Il dibattito demografico in Europa è vecchio quanto il mondo, ed è diventato un cliché come questo questo modo di dire. Certo, stiamo vivendo una crisi terribile. Sì, siamo arrabbiati, e siamo irrazionalmente terrorizzati dal nostro futuro sempre più incerto. In sostanza, stanno nascendo più bambini nel nord Europa, e ne stanno nascendo sempre meno a sud. Lo abbiamo sentito per anni. Il Vecchio Continente sta diventando il "continente che invecchia".

Secondo l'Eurostat, l'agenzia statistica europea, il tasso di fecondità totale in Europa è sceso del 3,7% dal 2008. L'ultima indagine svolta nel 2013 ha rilevato che, in media, ci sono 1,55 figli nati per ogni donna in età fertile. Dai dati aggiornati possiamo vedere che la Polonia ha superato se stessa. Il tasso di fecondità è sceso attualmente a 1,29, al di sotto dei livelli di Germania Italia, che sono storicamente le Nazioni meno "fertili".

La caduta della Cortina di ferro nel 1989 ha portato ad un lungo periodo di straordinaria crescita economica per la Polonia. Il Paese, infatti, ha progredito anche durante l'ultima crisi economica globale. Allora, cosa sta impedendo ai giovani polacchi di soddisfare il loro "dovere nazionale"?

Da quando la Polonia ha aderito all'Unione europea nel 2004, molti giovani polacchi stanno emigrando all'estero. Secondo l'Eurostat, il numero di emigranti è vicino ai 2 milioni. Questo esodo, in combinazione con il debole tasso di fecondità, sta portando la Polonia a diventare un Paese che invecchia sempre di più.

Le nonne polacche dovrebbero forse spedire i propri figli in una romantica vacanza, da qualche parte ai Tropici? Questo è il suggerimento della campagna promozionale danese "Do it for Mum" (Fallo per la mamma): il progetto per incrementare il tasso di natalità del Paese sta tutto nel creare le migliori condizioni "ambientali" per le donne in età fertile, con la speranza che un weekend da sogno favorisca il concepimento di tanti nipotini.

Numero di figli per ogni donna in età fertile, nel 2013.

Fonte: Eurostat.