società

Mappa della settimana: i 'fannulloni' d'Europa

Articolo pubblicato il 24 marzo 2015
Articolo pubblicato il 24 marzo 2015

In Germania si sente di nuovo parlare un sacco della specie dei "fannuloni greci" (termine utilizzato di frequente dal Bild Zeitung). Lavorano poco e, a breve, finiranno i soldi dei paesi dell’UE.

Che poi, è proprio vero che nei paesi del Sud si lavora meno rispetto ai paesi del Nord? La risposta nella nostra mappa della settimana. 

I numeri dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCDE) provano esattamente il  contrario. Non esiste praticamente paese europeo in cui, nel 2013, si sia lavorato meno che in Germania (con una media di 35,3 ore alla settimana) ad eccezione dei Paesi Bassi, dove si lavora una media di 30 ore settimanali, e della Danimarca, seconda con 33,6 ore.

Secondo l’OCDE, sono i Greci quelli che lavorano di più in Europa con una media di 42,1 ore per settimana, tutte dedicate alla loro occupazione principale. Subito dopo troviamo i Polacchi e gli Slovacchi con una media di 40,7 ore settimanali, seguiti dai Cechi (40,5). Un altro studio, stavolta di Eurostat, rivela inoltre che i Greci sono i testa anche per quanto riguarda le occupazioni secondarie. E in effetti questi lavorano altre 17,8 ore alla settimana arrivando, quindi, ad accumulare 60 ore di lavoro settimanali. Come? Chi stava parlando dei "fannulloni greci"?

Fonte: OECD 2013