società

L’arroganza del potere

Articolo pubblicato il 01 agosto 2008
Articolo pubblicato il 01 agosto 2008
Il rapporto dei leader europei con le telecamere è ambivalente. Mezzo per ottenere grande popolarità, può far uscire il peggio di sé, o, più semplicemente, mostrare il volto arrogante del potere. Ecco qualche esempio.

Berlusconi e il mitra

Aprile 2008, incontro in Sardegna tra Putin e Berlusconi. Come rispondere a una giornalista ficcanaso che chiede a Putin della sua relazione con Alina Kabaeva, famosa ginnasta? Berlusconi non conosce, come al solito, le mezze misure e fa il gesto di puntare un mitra contro la giornalista. L’imbarazzo scende nella sala. Il gesto colpisce particolarmente, visto da Mosca, che è fin troppo avvezza a problemi con la stampa.

«Levati di torno, coglione!»

Febbraio 2008, Nicolas Sarkozy inaugura il Salone dell’agricoltura a Parigi. Davanti alle telecamere stringe le mani della gente con il solito sorriso di plastica. All’improvviso qualcosa va storto: qualcuno rifiuta, visibilmente infastidito, l’offerta della mano tesa. È troppo per il Presidente francese, che esclama: «Casse-toi, pauvre con!». Una brutta caduta di stile che in Francia è diventato un tormentone per il divertimento di grandi e piccini. 

Sarkozy off su France 3

Giugno 2008, vigilia della Presidenza francese dell’Unione europea. Sarkozy, ospite degli studi di France 3, entra, si accomoda e saluta un tecnico. Questi non sembra rispondere. Il Presidente francese, lo abbiamo capito, al rispetto tiene molto e, dapprima scherzando ma poi innervosendosi, si lascia andare a un piccolo sfogo sulla mancanza di educazione, ancora più grave secondo lui dato il carattere pubblico del luogo. A seguire qualche accordo sugli argomenti da discutere in onda, per non essere preso alla sprovvista. Nella storia della Quinta Repubblica è solo la seconda volta che un Presidente in carica viene ospitato negli studi di un canale tv. E, forse, è meglio così! 

Putin raccomanda specialisti di circoncisione

Novembre 2002. Putin a una riunione del G8 risponde in modo incredibile a una domanda di un giornalista che rischia di metterlo in imbarazzo per la guerra della Russia in Cecenia. Già, infatti non solo chi critica i metodi “anti terrorismo” è un sostenitore dei fondamentalisti, come lasciano intendere alcuni politici. Putin va oltre, proponendo al giornalista sventurato di andare in Russia, Paese multiconfessionale, per convertirsi. E offrendosi di trovargli uno specialista per la circoncisione! 

Il video non è disponibile.  Per vederlo clicca qui.

«Sporca zingara» e altre gaffe

Tra le numerose gaffe fatte dal Presidente rumeno non si può non ricordare quella della “tiganca imputita”. Nel maggio 2007 Traian Basescu, dopo aver “sequestrato” il cellulare a una giornalista rumena che cercava di intervistarlo fuori da un supermercato, non si accorge che questo sta registrando e la apostrofa come «sporca zingara». L’incidente fa scandalo in Romania, nonostante le scuse ufficiali di Basescu, che si dice sotto pressione a causa del referendum sul suo reinsediamento allora in corso. Ecco un video con le migliori gaffe del Presidente.