società

Il Dalai Lama al Parlamento Europeo: «La Cina manca di autorità morale per essere una vera superpotenza»

Articolo pubblicato il 02 dicembre 2008
Articolo pubblicato il 02 dicembre 2008
La massima autorità del Tibet si è pronuciata al Parlamento europeo il 4 dicembre scorso sulla situazione del suo Paese.

Dalai Lama al Parlamento europeo

Dopo le rappresentanze religiose più significative – cristiana, musulmana, ebraica – il 4 dicembre 2008 anche il Dalai Lama si è recato al Parlamento Europeo. Accolto dal conservatore Hans-Gert Pöttering, attuale Presidente del Parlamento, ha dichiarato l’importanza del diritto ad una vita felice e appagante, alla felicità, indipendentemente dall’estrazione sociale o dalla razza; si è inoltre pronunciato sull’armonia religiosa e sul ruolo delle donne nella società. Il Dalai Lama ha dichiarato anche di considerarsi semplicemente «uno dei sei miliardi di esseri umani sulla terra», dimostrando un’umiltà che è piaciuta agli europarlamentari, che alla fine dell’incontro gli hanno riservato una standing ovation. Non ha mancato di ricordare la spinosa questione tibetana: pur non richiedendo la secessione e l’indipendenza dalla Repubblica Popolare Cinese, ne ha chiesto l’autonomia aggiungendo che «la Cina manca di autorità morale per essere una vera superpotenza».