società

Friendly Vilnius Map: la Lituania arcobaleno

Articolo pubblicato il 24 agosto 2017
Articolo pubblicato il 24 agosto 2017

Nonostante le ripetute critiche contro gli atteggiamenti omofobi in Lituania, le principali città lavorano insieme per convergere in una società più inclusiva. La mappa "amica" della comunità LGBTQ FriendlyVilniush è stata ufficialmente riconoscita. Abbiamo intervistato il suo creatore, l'attore Romas Zabarauskas.

Cafébabel: Lettonia, Lituania e Polonia sono considerate le tre nazioni peggiori in Europa in cui vivere come omosessuale. Com'è essere gay in Lituania nel 2017?

Romas Zabarauskas: Complesso. Io mi considero sia fortunato che un privilegiato. Ho una famiglia e dei colleghi tolleranti, non devo affrontare l'omofobia ogni giorno e mi sento al sicuro quando con il mio ragazzo passeggiamo per il centro mano nella mano. Ho sentito storie differenti. Un ragazzo che venne picchiato e buttato fuori casa dai genitori per essersi dichiarato gay. O alcune coppie lesbiche che allevano un figlio. La vita non è mai bianca o nera ma è necessario cambiare il sistema legislativo ed educativo per poter dare a tutti le stesse opportunità.

Cafébabel: Di recente Vilnius ha riconosciuto la FriendlyVilnius map da te ideata. Quali cambiamenti hai notato nella comunità LGBTQ della città negli ultimi cinque anni?

Romas Zabarauskas: Dico sempre che in Lituania le cose stanno migliorando e peggiorando allo stesso tempo. Si sta meglio perchè abbiamo più visibilità e supporto ed è fantastico. Si sta peggio perchè abbiamo ancora leggi contro gli omosessuali e i transgender, un'educazione carente e la situazione non sembra cambiare. Il riconoscimento da parte della città è stato magnifico, credo rispecchi i veri valori di Vilnius

Cafébabel: Come hanno reagito inizialmente le aziende in città alla tua richiesta di attaccare gli adesivi arcobaleno? Hanno accettato?

Romas Zabarauskas: Una giovane catena di caffetterie ne fu così spaventata che creò un proprio adesivo (durato una settimana) sostenendo che loro erano amici di tutti. E allora perché aver paura di un arcobaleno? Al contrario abbiamo ricevuto molto sostegno da quelle aziende che erano pronte a dichiararsi dalla parte della comunità LGBT. Ho scoperto che molti piccoli imprenditori erano dei progressisti, persone che volevano contribuire al cambiamento della società in meglio.

Cafébabel: Non solo FriendlyVilnius consiglia i luoghi cosiddetti amici dei LGBTQ ma anche siti accessibili a disabili, vegani e animali domestici. Per quale motivo questo gruppo misto?

Romas Zabarauskas: Secondo noi in questo modo il progetto sarebbe stato più emblematico. D'altronde ogni azienda lituana deve essere tollerante verso i LGBTQ per legge... Il nostro intento era di includere più categorie possibili per educare le aziende con l'aiuto delle nostre parti sociali, spronarli a essere più aperti e soddisfare diete diverse.

Cafébabel: Sei riconosciuto da tutti come un regista "gay dichiarato". La tua onestà ti ha mai danneggiato?

Romas Zabarauskas: Credo di sì, a causa della grande attenzione e circospezione applicate al mio lavoro in passato. Non c'erano molti omosessuali dichiarati in Lituania quando ho cominciato. Ho partecipato a vari programmi televisivi ed esposto la mia storia personale. Ora ci sono molte altre persone che possono ricoprire questi ruoli e io posso concentrarmi sulla mia arte.

L'ultimo film di Romas Zabarauskas YOU CAN'T ESCAPE LITHUANIA è uscito in versione DVD/VOD negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Irlanda, Francia, Svizzera e Belgio.

Cafébabel: Negli ultimi anni l'Estonia ha approvato le unioni tra le persone dello stesso sesso. Credi succederà presto anche in Lituania?

Romas Zabarauskas: Purtroppo no, i politici lituani o sono omofobi o degli ipocriti codardi. 

Cafébabel: Secondo te quali sono le questioni cruciali che la Lituania deve risolvere?

Romas Zabarauskas: La legalizzazione del matrimonio e dell'adozione gay, definire la legge per i transgender, garantire un'appropriata educazione sessuale nelle scuole, modificare la legge sulla "protezione dei minori" e assicurare che le norme giuridiche sui crimini dell'odio vengano applicate, e non restino solo sulla carta.

Cafébabel: La legge ha mai interferito nel tuo lavoro?

Romas Zabarauskas: Penso che le tematiche omosessuali nel mio lavoro non siano mai state censurate per la paura della forte attenzione che otterrei. Non sono tutti così fortunati purtroppo. E' vergognoso che sia stata bloccata la distribuzione di Amber Heart, un libro per bambini con storie d'amore tra persone dello stesso sesso, a causa di quella legge [NB. la legge "anti-propaganda gay" ]. E' davvero assurdo che in Europa esista una legge del genere.

__

Le Top five della Friendly Vilnius Map

Check out friendlyvilnius.com and their official facebook page