società

Fa vomitare!

Articolo pubblicato il 28 gennaio 2009
Articolo pubblicato il 28 gennaio 2009
Può capitare a tutti. Forse hai mangiato qualcosa di sbagliato, hai bevuto una birra di troppo, ti sei arrabbiato per qualcosa ... e lo stomaco ti sale alla gola.

La fantasia degli europei non ha limite. E tutto dipende, da quanto vuoi essere educato con gli amici: per i tedeschi, puoi "farti una pausa"(brechen), oppure come i francesi "rendere" ("rendre©Léa") quello che hai mangiato. Tutte forme per dire che il tuo stomaco protesta e devi vomitare!

I polacchi, in un impeto di pudore, dicono che in quel momento si dedicano al ricamo (“haftować”). Invece le aristocrazie tedesche e polacche hanno riconosciuto nel lontano passato che i francesi devono vomitare ("vomir©Léa") in modo molto più elegante rispetto al resto d'Europa e per questo motivo hanno coniato i verbi rispettivi di "vomieren" e "womitować". Alla fine però la parolina francese (simile come quella inglese "to vomit" e quella italiana "vomitare©Franci") ci riporta al  latino. E qui romano ci cova! I nostri illusri antenati, infatti, erano famosi per le loro feste che duravano ore e ore e per l'uso innovativo che facevano delle piume (per provocare il vomito).

Oltre alle piume, servono anche i fiori, almeno ai francesi: la parola di uso familiare "gerber©Léa" proviene da "gerbe" che vuol dire "bouquet". I tedeschi invece hanno bisogno d'aiuto, per quello "chiamano Ulf" (“Ulf rufen©Katha”) dall’onomatopea del rumore che si fa per accomplire questo ingrato compito.