società

Bosnia: il ćevapi resisterà al Big Mac ?

Articolo pubblicato il 05 aprile 2011
Articolo pubblicato il 05 aprile 2011
Sabato mattina, alle 11, è l’ora di punta alla "Ćevabdžinica kod Muje", la trattoria tradizionale bosniaca più rinomata di Banja Luka. La cameriera è ansiosa di servire i clienti, comodamente seduti sulla terrazza soleggiata e nessuno sembra preoccuparsi dell’imminente arrivo in Bosnia della catena americana di fast food McDonald’s.
Il momento è solenne: i ćevap riusciranno a far fronte ai Big Mac?

Il piatto arriva. I rotoli di carne trita e grigliata nel forno a legna sono serviti all’interno di un panino rotondo chiamato lepinja e accompagnati da cipolle crude. L’odore mette già l’acquolina in bocca, anche se il piatto, al primo impatto, potrebbe apparirvi un po’ pesante come prima colazione. La bevanda che si sposa meglio con il ćevapi non è la Coca Cola, il cui logo è ostentato sulle tovaglie di tutte le tavole, ma semplicemente dello yogurt bianco da bere.

Il segreto nascosto dei ćevapi

A prima vista, il ćevapi sembra una pietanza facile da preparare, ma non pensate sia cosi facile trovare la giusta ricetta. Ogni ćevabdžinica rinomata conserva gelosamente i segreti dei suoi ingredienti. Questo culto del segreto è rappresentato al meglio nel ristorante "Da Mujo". I soli indizi che accettano di svelare in merito al loro leggendario ćevapi riguardano il tipo di carne: ne sono necessarie diverse varietà e devono essere di ottima qualità, mescolate con delle spezie, le cui dosi esatte e la loro natura viene trasmessa da generazione in generazione. E questo è più o meno tutto.

Per saperne di più su questo piatto, su internet si trovano svariati forum dedicati all’argomento. Alcuni tentano di dare la ricetta originale, mentre altri litigano per conoscere i luoghi dove è possibile gustare i migliori ćevapi in Bosnia-Herzegovina, ma anche sulla maniera in cui il pane che li accompagna debba essere inzuppato. Questi dibattiti senza fine dimostrano fino a che punto in Bosnia i ćevapi siano presi sul serio.

Esistono addirittura delle rivalità tra città diverse, che preparano il piatto a seconda delle varianti locali. Attenzione! I ćevapi non sono elaborati nello stesso modo a Banja Luka, Sarajevo, Travnik o Mostar. Il "Banjalucki ćevap" (il ćevapi di Banja Luka) ad esempio è leggermente diverso del "Sarajevski ćevap" (di Sarajevo) sia a livello di gusto sia per quanto riguarda la sua presentazione – per blocchetti di quattro pezzi. A questo si aggiunge la voce di quegli amatori che sostengono che il vero segreto del piatto in questione sta nell’atmosfera dei ćevabdžinica bosniaci e nel fumo del carbone che si respira.

Mcdonald’s riuscirà a spodestare il ćevapi ?

I paesi in cui non esistono ancora i fast food McDonald’s sono sempre più rari. In Europa, solo quattro paesi non hanno avuto questa "fortuna". La Bosnia-Herzegovina fa parte di questa specie in via d’estinzione. Un primo McDonald’s si è piazzato a Belgrado, nella ex-Yugoslavia, nel 1988, dopodiché l’insegna americana si è rapidamente diffusa nelle altre città ex-yugoslave. Ma fino a questo momento l’insegna snobbava il mercato bosniaco, considerandolo incerto.

C’è da dire che tale assenza continua a fare la felicità dei vari fast food locali, i quali si divertono a modificare il logo e il nome del gigante americano, assegnando ai locali nomi del tipo McMilano’s a Visoko, la città delle piramidi. Se crediamo ai media bosniaci, pare che i rappresentanti della compagnia americana abbiano fatto visita al paese alla ricerca di luoghi d’installazione. Fonti non confermate sostengono che il primo McDonald’s vedrà la luce a Sarajevo a partire da quest’estate, seguito a breve dall’apertura di ristoranti a Banja Luka e nelle altre città bosniache.

Secondo gli esperti l’arrivo di Mcdonald’s in Bosnia-Herzegovina è un elemento positivo, poiché significa che il paese è finalmente diventato interessante e vitale agli occhi degli investitori stranieri. Altri invece non possono nascondere la loro preoccupazione: l’installazione del McDonald’s in Bosnia-Herzegovina porterà alla chiusura di numerose ćevabdzinica tradizionali e di altre insegne di fast food locali? Uno dei clienti di "Da Mujo" ha una visione molto chiara della situazione. «Un hamburger non può essere paragonato con le nostre specialità locali», afferma dal fondo della sua sedia, con uno stuzzicadenti tra i denti. «Venire da queste parti senza assaggiare un ćevapi, è come…andare a Parigi e non vedere la Tour Eiffel!»

«Venire da queste parti senza assaggiare un ćevapi, è come…andare a Parigi e non vedere la Tour Eiffel!»

Photos : home-page, menu e "daMujo" : ©Sladjana Perkovic ; ćevap au Canada : (cc)Melita/flickr