società

Anima mia, quando il blog è rurale (e senza Skype)

Articolo pubblicato il 04 ottobre 2007
Articolo pubblicato il 04 ottobre 2007
Dai deserti di Dubai ai campi da rugby della Francia, passando attraverso la campagna rurale e le metropoli. Incroci e confini. I babelblog sono ovunque.

L’estate è ormai messa in archivio, ma nella nostra “blogosfera” si assiste ad una vera a propria primavera dovuta ai nuovi blog che fioriscono, uno dopo l’altro.

I cugini di campagna

Una nuova tendenza che salta all’occhio è la comparsa dei blog ‘rurali’: blog-europe-des-villages.cafebabel.com (in francese), centrato sull’agricoltura, e ruralnetwork.cafebabel.com (in inglese), con una dimensione più spirituale. I nostri blogger di campagna raccontano le storie del proprio villaggio di appartenenza con uno sguardo inedito su posti, persone ed eventi che descrivono appieno l’Europa locale.

Il mondo a un bivio

Dai villaggi rurali al villaggio globale di cui siamo tutti abitanti a pieno titolo: crossroads.cafebabel.com (in inglese) si occupa del nostro amato pianeta, dei suoi problemi e del suo futuro. Energia alternativa, risparmio idrico, riscaldamento globale…cosa possiamo fare per co-operare? «Dobbiamo aspettarci un futuro peggiore tempestato di nuove guerre?» si chiedono i blogger. Scienza e politica dietro le grandi questioni ambientali. Argomenti di cui tutti noi dovremmo essere informati se vogliamo realmente definirci responsabili.

Oltre i confini

Città, villaggi e paesi con confini comuni. C’è qualcosa di magico in queste linee invisibili che qualcuno una volta ha scarabocchiato, definendo così i differenti lati dei confini sui quali viviamo e per i quali ci consideriamo popoli diversi. Anche se in Europa sparissero i confini geografici, noi coltiviamo l’idea dei confini, delle divisioni, delle differenze – costruiamo dei muri. Coloro i quali credono che i muri possano essere abbattuti, le divisioni abolite, i confini oltrepassati, sembrano avere un babelblog! Visita borderslab.cafebabel.com (in italiano) ed oltrepassa i tuoi limiti.

Una bionda a Dubai

Oltre i confini esterni dell’Europa, Hania blogga su wideangle.cafebabel.com (in polacco e inglese). Dopo anni di studio ad Harvard, si è trasferita a Dubai per insegnare, ed ha subito imparato cosa vuol dire essere una bionda ragazza slava in un paese musulmano a cui è vietato l’uso di Skype per mettersi in contatto con la propria famiglia. Le sorprese continuano con piscine private in normali caseggiati, cibo non identificabile nei negozi di alimentari e docce di champagne nei club Vip – un vero blog da mille e una notte.

Passiamo infine la palla al babelblog più recente di questa settimana - meleeouverte.cafebabel.com ‘aperto’ (in francese) sparge sangue, sudore e denti rotti…non stiamo parlando di guerra, ma della Coppa del Mondo di Rugby in corso di svolgimento in Francia fino al 20 Ottobre.

(Foto Swix/ Flickr)