Politica

Siria: daresti la tua giacca a Johannes?

Articolo pubblicato il 25 febbraio 2014
Articolo pubblicato il 25 febbraio 2014

Per la sua ul­ti­ma cam­pa­gna be­ne­fi­ca, SOS chil­dren's vil­la­ge ha pub­bli­ca­to un video vi­ra­le di un ra­gaz­zi­no a Oslo solo e in­fred­do­li­to. Il mes­sag­gio è chia­ro: se in­ten­di aiu­ta­re Jo­han­nes, per­chè non aiuti mi­lio­ni di ra­gaz­zi­ni si­ria­ni in­fred­do­li­ti? Forse è per­chè sono trop­po lon­ta­ni?

SOS Chil­dren's Vil­lages, un'or­ga­niz­za­zio­ne in­ter­na­zio­na­le non go­ver­na­ti­va, ha ini­zia­to un'in­so­li­ta cam­pa­gna video per in­co­rag­gia­re la gente a fare do­na­zio­ni per i bam­bi­ni si­ria­ni. Il video mo­stra Jo­han­nes, un ra­gaz­zi­no di 11 anni, in­fred­do­li­to alla fer­ma­ta del­l'au­to­bus della ca­pi­ta­le nor­ve­ge­se; Lui è stato messo lì per uno scopo ben pre­ci­so. Una te­le­ca­me­ra na­sco­sta re­gi­stra le rea­zio­ni dei pas­san­ti che, nella mag­gio­ran­za dei casi, sono con­for­tan­ti. Mal­gra­do la tem­pe­ra­tu­ra sia ben al di sotto dello zero, le per­so­ne sono di­spo­ste a dar via le loro giac­che a un per­fet­to estra­neo, pur­ché si trat­ta di un bam­bi­no infreddolito.

Il video ha lo scopo di sen­si­bi­liz­za­re la gente sulle dure con­di­zio­ni degli in­ver­ni si­ria­ni, dove mi­lio­ni di bam­bi­ni con le loro fa­mi­glie sono co­stret­ti a fug­gi­re dalle loro case e la­sciar­si die­tro i loro beni. Quel­lo che ci si chie­de ve­ra­men­te è pro­prio que­sto: il fatto che i bam­bi­ni in­fred­do­li­ti si­ria­ni non siano da­van­ti ai no­stri occhi, come lo è Jo­han­nes in questo video, è una buona scusa per giu­sti­fi­ca­re la no­stra apa­tia? Na­tu­ral­men­te, la ri­spo­sta im­me­dia­ta è ne­ga­ti­va, ma la que­stio­ne più im­por­tan­te è quan­ti fra 6 mi­lio­ni di per­so­ne che hanno guar­da­to e con­di­vi­so il video di que­sto bel bam­bi­no bion­do hanno ve­ra­men­te in­ten­zio­ne di agire? 

Clic­ca qui per tro­va­re più in­for­ma­zio­ni sulla "SOS Chil­dren's cam­paign for Syria".