Politica

Pesci d'aprile a Bruxelles

Articolo pubblicato il 07 aprile 2008
Articolo pubblicato il 07 aprile 2008
Telefonate solo in fiammingo, riapertura di Leda Street e un registro per le lobby. Le ultime dalla capitale d'Europa.

Fiammingo o francese? In Belgio continuano le polemiche

La televisione belga francofona Rtl-Tvi ha annunciato il 1°aprile la decisione del comune fiammingo di Meise di tagliare tutte le conversazioni telefoniche fatte in francese all'interno dei confini municipali. Secondo annuncio: la Vallonia avrebbe comprato alle Fiandre i tratti autostradali che attraversano il suo territorio per far fronte alla regionalizzazione del codice della strada. Si tratta di due pesci d'aprile avvelenati che rispondono al clima di tensione linguistica crescente tra la comunità fiamminga e quella vallone.

Clicca per vedere il pesce d'aprile della Tv belga

Cipro: tensioni a Nicosia

Dopo essere stata aperta, Leda Street, punto di passaggio tra il nord e il sud di Nicosia, è stata bloccata. La strada, situata nella zona tampone amministrata dall'Onu, era chiusa dal 1963. Subito dopo i festeggiamenti per la riapertura le autorità greco-cipriote hanno protestato per la presenza della polizia turco-cipriota nella zona, che doverebbe essere controllata solo dalle forze dell'Onu. In ogni caso l'incidente diplomatico è durato solo tre ore e la strada, simbolo delle speranze di riunificazione dell'isola, è stata riaperta.

L'Ue, gli Usa, l'Omc e gli ormoni della discordia

Dal 1997 l'Ue vieta l’importazione di carne prodotta con ormoni per la crescita in provenienza da Canada e Stati Uniti. L'Omc (Organizzazione mondiale del commercio) ha sempre contestato questa scelta, stimando che le conseguenze negative di questo ormone per l'uomo non sono mai state provate e, per questo motivo, ha autorizzato la "vendetta" dei due Paesi. Come? Permettendo l'aumento dei dazi doganali sui alcuni prodotti europei. Nel 2003 l’Ue aveva contestato queste sanzioni sporgendo denuncia presso l'Omc e affermando di basare il suo rifiuto su scoperte scientifiche che sostengono che gli ormoni utilizzati aumenterebbero il rischio di cancro. In ogni caso Canada e Stati Uniti hanno esagerato: i dazi doganali sono praticamente raddoppiati e l'Omc è stato obbligato a intervenire, giudicandoli illegali.

Lobby sì, ma alla luce del sole

La commissione affari costituzionali del Parlamento europeo ha fatto presente, martedì scorso, la necessità di una maggiore regolamentazione dei gruppi di lobbisti attivi in Europa. Gli eurodeputati si sono espressi a grande maggioranza per la registrazione obbligatoria su un apposito registro, comune per tutte le istituzioni Ue. Il testo, che in maggio sarà sottoposto a una seduta plenaria, «rappresenta un passo decisivo verso una politica di trasparenza in Europa», ha affermato il tedesco Jo Leinen (Pse), che presiede la commissione degli Affari Costituzionali.

Foto: in homepage (pesci, de colodio/Flickr); (foto, gunnarinistambul/flickr); carne (foto, tringita/flickr); Il Parlamento a Bruxelles(foto, freshwater2006/flickr)