Politica

Numeri che parlano da soli: Chi riconosce la Palestina?

Articolo pubblicato il 18 maggio 2015
Articolo pubblicato il 18 maggio 2015

Pochi giorni fa, il Vaticano ha ufficialmente riconosciuto la Palestina come Stato sovrano. L'intenzione, secondo i funzionari, è quella di incoraggiare la comunità internazionale ad agire per risolvere il conflitto tra Palestina e Israele. In attesa di sapere se tale decisione avrà l'effetto atteso, ecco i 9 Stati membri dell'Unione europea che già le riconoscono questo status.

Secondo l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, sono 9 gli Stati membri dell'Unione europea ad aver riconosciuto ufficialmente il territorio palestinese. Il 30 ottobre, la Svezia è diventata il primo paese membro a riconoscere il diritto dei palestinesi all'autodeterminazione. Tuttavia, prima di entrare nell'Unione europea, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Bulgaria, Malta, Romania, Slovacchia e Cipro avevano preso la stessa decisione (era il 1988) al fine di risolvere un conflitto che, tuttavia, è rimasto vivo.

Nell'ottobre 2014 è stato il turno del Regno Unito, col voto simbolico della Camera dei Comuni a favore di questo riconoscimento. La decisione non implica che il paese consideri la Palestina come Stato, ma lascia la porta aperta a ulteriori negoziati che potrebbero portare a questo risultato. Allo stesso modo, il Congresso dei Deputati in Spagna ha approvato un mese dopo una proposta di legge affinché anche il governo riconosca alla Palestina questo status. In seguito, tipo effetto domino, anche la Francia si è unita al riconoscimento simbolico nel dicembre 2014.

Se la partita continuerà in questa direzione, potremmo dover rinunciare ai cosiddetti "numeri che parlano da soli" dato che saranno i politici a farlo, voto dopo voto.