Politica

Mappa della settimana: donne in Parlamento

Articolo pubblicato il 12 giugno 2015
Articolo pubblicato il 12 giugno 2015

Guardando i numeri, appare evidente come la maggior parte dei deputati dei Parlamenti nazionali europei siano uomini. In risposta, in Inghilterra è stato fondato un partito per l'uguaglianza di genere. E gli altri paesi come se la passano? 

Quote rosa, petizioni, movimenti cittadini: della presenza delle donne nei differenti Parlamenti nazionali se ne parla sempre di più tanto che recentemente, in Regno Unito, è nato il Women's Equality Party. «Quando una donna è nelle condizioni di esprimere il suo potenziale, ne beneficiano tutti»scrive il neonato partito sulla sua pagina Facebook.

In Italia, in seguito al voto del febbraio 2013, le deputate donne sono 198 (su un totale di 630). Un numero che permette al Belpase di non rimanere almeno tra gli ultimi della classe, col 31,4% dei deputati donna.

A guidare la classifica, secondo i numeri forniti dall'Inter-Parliamentary Union (organizzazione internazionale dei Parlamenti), sono Andorra (col 50% dei deputati donna) e i paesi scandinavi. Ultimi della classe, invece, Irlanda (15.1%), Romania (11.2%) e Cipro (10,7%). 

_