Politica

L'Ue boicotta le Olimpiadi di Pechino?

Articolo pubblicato il 31 marzo 2008
Selezionato dalla redazione
Articolo pubblicato il 31 marzo 2008
Embargo mozzarella di bufala, Sarkozy-Gordon Brown e aiuti europei in Palestina. Le ultime novità da Bruxelles.

Pechino sì, Pechino no

Il Tibet è stato al centro del dibattito della settimana al Parlamento europeo. Il Presidente, Hans-Gert Pöttering, ha messo in tavola la questione: bisogna andare a Pechino mentre in Tibet è in corso un massacro? Se un buon numero di deputati sembra accettare l’idea di un boicottaggio simbolico dei Giochi Olimpici – che significa non assistere alla cerimonia d'apertura, alla quale la maggior parte non era invitata – il boicottaggio completo non è concretizzabile.

Gli "idealisti", come il Verde Daniel Cohn-Bendit, vogliono approfittare dell’occasione per «fare un gran casino», incoraggiando gli atleti ad esprimersi politicamente. I "realisti" pensano, invece, che un’azione simile non sarebbe "seria". Ufficialmente, perché i Giochi «non sono un evento politico» e perché potrebbero fornire l’occasione per "dialogare" con le autorità cinesi. Questa la posizione della Commissione europea e di certi Governi, compreso quello di Gordon Brown. Il Primo Ministro britannico, che non aveva partecipato al summit Unione Europea- Africa dello scorso dicembre a Lisbona a causa della presenza del contestato Presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, assicura invece la sua presenza a Pechino. Sport e politica sono due cose diverse.? Per saperne di più visita il blog della nostra redazione di Bruxelles.

Pizza senza mozzarella?

Il problema dei rifiuti a Napoli sembra aver fatto un’altra vittima: la mozzarella di bufala, formaggio emblema dell’Italia e prodotto tipico della Campania. Pare che lo smaltimento della spazzatura nelle discariche illegali abbia finito per contaminare, alla diossina, le bufale dal cui latte si produce la mozzarella. Già oltre ottanta aziende agricole sono state messe in quarantena. Mentre il Governo italiano cerca di minimizzare, e diversi Stati membri dell’Ue hanno sospeso l’importazione del famoso formaggio, la Commissione si è incaricata del caso. Ma niente paura: il problema riguarda solo la mozzarella di bufala, non di muucca. Per saperne di più leggi l'opinione di chi lavora nel settore.

Sarkozy e Brown

Dopo Tony, che era apparso all’ultimo congresso dell’Ump (Union pour un mouvement populaire), ora tocca a Gordon Brown. Il Presidente francese piace Oltremanica. In occasione di una visita nel Regno Unito, Sarkozy è stato ricevuto dal Primo ministro britannico, e l’incontro si è svolto nel migliore dei modi. Tra le cose discusse il rinforzo della cooperazione internazionale, militare e nucleare tra i due Paesi. Si tratta dell'inizio di una lunga intesa? Difficile dirlo, visto che per quanto riguarda la politica dell'Ue le divergenze sono invece numerose: agricoltura, euro, Turchia, Trattato di Lisbona e finalità dell’integrazione europea.

Palestina: Pegaso prende il volo

L’Europa ha appena sbloccato 300 milioni di euro destinati ai profughi palestinesi. Duecentoventinove milioni convergono nel progetto Pegaso, creato lo scorso anno per reincentivare i trasferimenti finanziari verso la Palestina, ma evitando che arrivino nelle tasche di Hamas. Il resto arriverà invece tramite un finanziamento all'Unwra, l’organismo delle Nazioni Unite che si occupa dei rifugiati palestinesi.

Foto: homepage (Steve WEbel /Flickr9.); manifestazione pro Tibet ad Anversa(foto, pietel/flickr); mozzarella (foto, lady_dimora/flickr); Nicolas Sarkozy (foto, gunthert/flickr);bandiere palestinesi (foto, gotto78/flickr)