Politica

Jan Zylinski, il Principe polacco candidato a Sindaco di Londra

Articolo pubblicato il 20 ottobre 2015
Articolo pubblicato il 20 ottobre 2015

Nel maggio 2015, è diventato celebre per aver sfidato Nigel Farage in un duello all'arma bianca con la spada di suo padre. Lo scopo di questa sfida convocata (e mai realizzata) a Hyde Park all'alba? Sensibilizzare i britannici sulle condizioni dei polacchi nel Regno Unito. Oggi, il principe Jan Żyliński adotta un approccio diverso, deponendo le armi per candidarsi a Sindaco di Londra.

È meglio conosciuto per aver sfidato il leader dell'UKIP in un duello con la spada alle prime luci dell'alba, ma c'è di più sul Principe Jan Żyliński, oltre alle sue radici aristocratiche. Sta portando avanti una missione personale in difesa del nome del popolo polacco, che lui percepisce ingiustamente attaccato.

«Lo scorso autunno sono rimasto davvero sconvolto per quello che stava dicendo Nigel Farage a proposito dei polacchi,» spiega quando gli chiedo della trovata, «fu molto maleducato e al limite del razzismo. Mi irritò. Io appartengo ad una famiglia molto antica, il titolo di Principe risale al XIII secolo, così ho deciso di fare quello che fanno i principi, e sfidarlo a duello».

L'impatto del video, che ha quasi ottenuto 400 mila visualizzazioni, ha superato le sue aspettative: «Ho avuto una risonanza così grande tra i polacchi e, davvero, non me l'aspettavo... la storia del duello ha fatto il giro del mondo. Una mia amica si trovava in Turchia, e ha visto che ne stavano parlando in televisione».

Dietro a questa facciata un po' da ancien régime, Żyliński ha condotto un'illustre carriera come imprenditore immobiliare, compresa la costruzione di una delle più famose residenze private di Londra. Conosciuta come The White House, si tratta di una ricostruzione del palazzo polacco del XIX secolo, appartenuto a sua nonna appartenente e distrutto da un'incendio durante il periodo comunista.

Anche se il suo titolo è comunemente usato dai media (in privato preferisce che lo chiamino con il suo nome di battesimo), è vero che lo "status nobiliare" ereditato ha contribuito a sottolineare la serietà del suo messaggio. «Ho vissuto in Inghilterra tutta la vita,» spiega, «ma io sono polacco in tutto e per tutto. Sono molto orgoglioso del contributo dei polacchi per questo Paese... eppure mi sento ancora un estraneo e penso che non vada bene».

Dopo aver parlato con la comunità polacca nella Capitale, sa che non è il solo a provare questa sensazione: «Quasi la metà dei cittadini di questa grande città sono di origine straniera. Molti di loro ritengono che, anche se per molti versi si sentono attaccati alla Patria inglese, sono trattati come degli estranei. Penso che sia giunto il momento che qualcuno come me, di origine straniera, corra per diventare Sindaco di Londra, per contribuire a portare l'energia di queste persone a beneficio di questa meravigliosa città».

Il passaggio dalla monarchia alla democrazia potrebbe sembrare sorprendente, ma Żyliński è sicuro che la sua campagna possa ottenere dei risultati. «La cosa interessante è che, nel XXI secolo, ci sia bisogno di un principe per portare i politici ad ascoltare più profondamente la gente,» spiega, «trovo il mio ruolo da sfacciato piuttosto divertente. Nel XXI secolo i prìncipi non abbondano. Grazie alla storia della mia famiglia e alla mia indipendenza economica, posso dire tutto quello che voglio; cose che gli altri non possono dire o che si guardano bene dal pronunciare».

Gli chiedo se, per il titolo che porta, si sente responsabile di aiutare i polacchi di tutto il Regno Unito: «Nel 1939, mio padre ha condotto una vittoriosa carica di cavalleria, Seconda Guerra mondiale. È stata realizzata un'enorme statua dedicata a lui in Polonia, una delle poche statue d'oro in Europa. Era un eroe di guerra. Considero la sfida con Farage come la mia personale "carica di cavalleria", in difesa del mio popolo».«In alcune parti del Regno Unito, il problema è davvero grave. Non c'è nessun reato d'odio commesso da polacchi contro gli inglesi, zero; ma nel senso opposto se ne contano circa 1.500 ogni anno, senza considerare le persone troppo impaurite per andare dalla Polizia. Per me questo non va bene».

Con più di 7 mesi di anticipo prima delle elezioni comunali, la sua campagna sta lavorando sodo per parlare ai cittadini. «Quando abbiamo intessuto relazioni con le comunità polacche, o chiunque altro interessato alla questione, hanno trovato il mio approccio nuovo. Sono passato dalle chiacchiere ai fatti e mi sono elevato in loro difesa. Persone che normalmente non si sarebbero neanche iscritte nel registro elettorale, stanno iniziando a farlo. Ci sono 120 mila cittadini polacchi registrati che voteranno alle elezioni per il Sindaco, e pensiamo che il numero raddoppierà, o addirittura triplicherà».

La nostra conversazione si sposta sul suo programma, e sulla prima grande azione verso un cambiamento politico che vorrebbe farebbe, se fosse eletto a maggio. «Vorrei liberare Londra da Nigel Farage,» dichiara, «potrebbe essere difficile da fare legalmente, ma sono sicuro che possiamo creare un ambiente in cui lui si senta emarginato e indesiderato».

Mentre questa è certamente un'azione che ha bisogno di molto sostegno, il suo manifesto politico è davvero molto più ricco: «La mia politica di base per Londra si può riassumere, che ci crediate o no, in una sola frase. Sono stato un imprenditore immobiliare per 30 anni, quindi posso onestamente promettere che farò costruire 1 milione di case in città. I conservatori stanno solo iniziando a parlare di questo, ma hanno speso 30 anni opponendosi allo sviluppo. Ho combattuto per lo sviluppo e ho vinto ogni volta».

In cima a tutto questo, le sue politiche includono anche piantare 1 milione di nuovi alberi, così come dimezzare le tariffe dei mezzi pubblici. «Tutto questo,» aggiunge, «senza aumentare le tasse. Può sembrare incredibile, ma ho una comprovata esperienza che dimostra che so mantenere le mie promesse».

Per concludere, ha qualche altra parola per Nigel Farage? «L'offerta per un duello è ancora valida,» dice impassibile, «e naturalmente intendo un duello fatto di parole, la faccenda della spada è solo un modo per dimostrare il forte impatto che ho già ottenuto».

Il video originale della sfida all'arma bianca lanciata a Nigel Farage nel maggio 2015.

_

Il 25 ottobre 2015, in Polonia si terranno le elezioni per eleggere il nuovo Parlamento: questo articolo fa parte di una serie speciale di approfondimenti, notizie e curiosità per conoscere un po' meglio questo Paese. Se vuoi leggerne delle belle, questa settimana continua a seguire cafébabel.

_

Se vieni dalla Polonia e parli polacco, c'è una straordinaria opportunità che può aprirsi per te