Politica

I tweet dei deputati europei... Say What?! #2

Articolo pubblicato il 14 marzo 2014
Articolo pubblicato il 14 marzo 2014

Chi dice che i po­li­ti­ci eu­ro­pei siano una banda di bu­ro­cra­ti? C'è anche gente co­mu­ne, pro­prio come noi. Ogni set­ti­ma­na Ca­fé­ba­bel pro­po­ne una se­le­zio­ne dei tweet più em­ble­ma­ti­ci, pazzi e toc­can­ti dei can­di­da­ti al Par­la­men­to eu­ro­peo. 

David-Maria Sas­so­li, gior­na­li­sta ed ex-con­dut­to­re del Tg1, è un eurodeputato del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co. Giovedì 13 marzo, ha in­via­to un tweet in cui mo­stra il ri­sul­ta­to del voto par­la­men­ta­re con­tro le po­li­ti­che eco­no­mi­che adot­ta­te dalla Troi­ka (Com­mis­sio­ne eu­ro­pea, Fondo Mo­ne­ta­rio In­ter­na­zio­na­le e Banca Cen­tra­le Eu­ro­pea, ndr.) du­ran­te la crisi eco­no­mi­ca in Gre­cia, Cipro, Por­to­gal­lo e Ir­lan­da. Seb­be­ne il voto non avesse un va­lo­re le­gi­sla­ti­vo, ha rap­pre­sen­tato un forte se­gna­le po­li­ti­co. Esi­ste un con­flit­to tra le di­ver­se isti­tu­zio­ni eu­ro­pee?

Tra­du­zio­ne tweet: "Mi chie­do se og­gi­gior­no in po­li­ti­ca esi­sta an­co­ra un senso della mi­su­ra e della pro­por­zio­na­li­tà" 

Tra­du­zio­ne tweet: "Mi sono con­vin­to che non è pos­si­bi­le ri­con­ci­lia­re i fran­ce­si con la po­li­ti­ca in que­sto modo" 

Ro­bert Ro­che­fort sem­bra aver perso la testa. Con 20 tweet in­via­ti in 4 mi­nu­ti, ha let­te­ral­men­te bloc­ca­to il feed delle ele­zio­ni eu­ro­pee lo scor­so mar­te­dì. Iro­nia della sorte, nei suoi tweet parla pro­prio di "senso della misura"

Sean Kelly ci ri­cor­da che il Par­la­men­to eu­ro­peo pren­de delle de­ci­sio­ni ve­ra­men­te im­por­tan­ti! Pre­sto non do­vrem­mo più chie­de­re ai no­stri amici il loro ca­ri­ca-bat­te­rie per il no­stro cel­lu­la­re: l’Eu­ro­pa verrà ar­mo­niz­za­ta anche da que­sto punto di vista!

Tra­du­zio­ne tweet:  "Nano par­ti­cel­le nel piatto a vo­stra in­sa­pu­ta. Siete ten­ta­ti? La mia risposta è 'no'. La mia risposta è ‘noLa mia risposta Do­ma­ni si voterà in Par­la­men­to".

José Bové ha passato 3 mesi in carcere per aver di­strut­to un Mc Do­nalds. Inol­tre ha tra­spor­ta­to 30kg di Ro­che­fort nella sua va­lig­gia du­ran­te un viag­gio per gli Stati Uniti per pro­te­sta­re con­tro i dazi im­po­sti dal go­ver­no ame­ri­ca­no sui pro­dot­ti eu­ro­pei. In­sie­me a Ska Kel­lerJosé Bovè è stato elet­to per gui­da­re la Coa­li­zio­ne dei Verdi Eu­ro­pei in vista delle ele­zio­ni par­la­men­ta­ri di mag­gio 2014

Tra­du­zio­ne tweet: "Ra­gaz­ze, oggi vi con­si­glio le ‘coz­ze’ ".

In oc­ca­sio­ne della Gior­nata In­ter­na­zio­na­le della Donna, qual­cu­no è sceso in piaz­za per re­cla­ma­re l’u­gua­glian­za di ge­ne­re. Que­sta can­di­da­ta po­lac­ca in­ve­ce, era a casa a scri­ve­re tweet mi­so­gi­ni prendendo in giro l'evento. In po­lac­co vol­ga­re, una "cozza" rap­pre­sen­ta la va­gi­na. La can­di­da­ta ha ad­di­rit­tu­ra al­le­ga­to una ri­cet­ta con ha­sh­tag #im­plied­mea­nings per far ca­pi­re il dop­pio senso.

"Man­can­za di le­git­ti­mi­tà": è que­sta una delle ac­cu­se più forti che i par­ti­ti eu­ro­scet­ti­ci ri­vol­go­no alle isti­tu­zio­ni eu­ro­pee. Una men­zo­gna bella e buona, come tante altre. Finora, ogni trat­ta­to eu­ro­peo (come quel­lo di Li­sbo­na del 2009) ha con­fe­ri­to mag­gio­ri po­te­ri al Par­la­men­to eu­ro­peo. Her­man van Rom­puy è il pre­si­den­te del Con­si­glio eu­ro­peo e, pur es­sen­do elet­to dai capi di go­ver­no na­zio­na­li, non ha alcun po­te­re le­gi­sla­ti­vo.

Tra­du­zio­ne tweet: "Hol­lan­de - un uomo al­l'a­scol­to! Stasi 2.0" #Sar­ko­zy­Tap­ping

Con un con­sen­so po­po­la­re sotto al 20%Fran­cois Hol­lan­de è il Pre­si­den­te fran­ce­se meno amato di sem­pre. In­ciam­pa in uno scan­da­lo dopo l’al­tro; non da ul­ti­mo quel­lo a pro­po­si­to delle in­te­rcet­ta­zio­ni del­l’ex-pre­si­den­te Ni­co­las Sar­ko­zy. La linea te­le­fo­ni­ca di que­st'ul­ti­mo sa­reb­be stata sor­ve­glia­ta per in­ve­sti­ga­re sui le­ga­mi tra lui e l'ex dit­ta­to­re li­bi­co, Moam­mar Ged­da­fi.