Politica

Da ottobre il Parlamento europeo torna a Strasburgo

Articolo pubblicato il 22 settembre 2008
Articolo pubblicato il 22 settembre 2008
I parlamentari europei potranno tornare nella sede alsaziana del Parlamento europeo, dopo che il tetto dell’emiciclo è stato riparato dall’incidente del 7 agosto scorso.

Una portavoce del Parlamento europeo ha dichiarato oggi a cafebabel.com: «È quasi certo che la sessione di ottobre si terrà di nuovo a Strasburgo».

Marjory Van den Broeke, una portavoce del Parlamento europeo, ha spiegato che secondo un rapporto ricevuto il 18 settembre dal Parlamento europeo, nessun nuovo problema era stato rilevato nell’edificio che accoglie le sessioni plenarie dei parlamentari europei. «Tecnicamente il Parlamento può tornare a Strasburgo. Manca solo il via libera della commissione di sicurezza francese», una struttura che difficilmente rifiuterà un’autorizzazione del genere, in piena Presidenza francese dell’Ue. Sarà poi l’ufficio dei presidenti del parlamento a prendere la decisione, che dovrebbe essere già comunicata questa settimana. 

Un dramma era stato evitato il 7 agosto scorso, durante le vacanze, quando una parte del tetto era crollata, motivo per il quale due sessioni plenarie del Parlamento europeo si sono tenute a Bruxelles. Ora che il controsoffitto è stato riparato, scherza Marjory Van den Broeke, «deve essere uno dei controsofffiti più sicuri del mondo». «Questi lavori sono stati pagati dall’assicurazione», continua la portavoce, che copre il palazzo fino alla fine dell’anno.

Un edificio del 1998 e che porta i segni – prematuri – del tempo. 

Sulla polemica sulla sede unica del Parlamento europeo leggi il nostro approfondimento.