Politica

Crisi politica belga: dopo le birre e lo strudel, ecco un altro record!

Articolo pubblicato il 17 febbraio 2011
Articolo pubblicato il 17 febbraio 2011
289 giorni senza governo è il record da battere! Il 30 marzo prossimo, il Belgio potrebbe strappare il titolo al suo attuale detentore, l’Iraq. Una performance in cui il paese potrebbe farcela, dal momento che nella nazione “piatta”, i politici valloni e fiamminghi non sono secondi a nessuno quando si tratta di realizzare strani record.

52 banane inghiottite in 2 minuti e 30? Un nocciolo sputato a 14 metri e 71 di distanza? Record difficili da battere per i comuni mortali. Ma non per Roger Closset, alias Benoît Poelvoorde in Les Convoyeurs attendent. Nel 1999 l’uomo, fotografo specializzato in cronaca nera, sfogliava il Libro dei record e cercava una prova alla sua altezza.

Uno scervellamento per trovare l'idea giusta. Quella che permetta al personaggio di scrivere il suo nome nell’illustre opera, e nella storia. Per lui, e alla fine per suo figlio, sarà una sfida tra le più assurde: aprire e chiudere una porta più di 40.000 volte in 24 ore. Una performance degna dello humour belga.

Undici anni più tardi, i politici belgi fanno di meglio rispetto alla fiction puntando ad un titolo che non è ambito da nessuno e che hanno quindi tutte le probabilità di conquistare. E’ questa, in ogni caso, la scommessa del creatore del sito Ilrecord del mondo del Paese senza governo.

Iraq, Belgio, Costa d'Avorio: un bel podio

Alla mia sinistra, il detentore del titolo. L’Iraq. 289 giorni. Un risultato raggiunto nel 2009 e mai più eguagliato. Alla mia destra, lo sfidante. Il Belgio. 247 giorni. “Tre regioni, tre lingue, un mucchio di politici idioti, di patate fritte, di birre, 10 milioni di pecoroni e già detentore del record europeo”, precisa il sito internet.

Se il Belgio non avrà ancora un governo da qui al 30 marzo prossimo, è fatta! Ma il rettilineo finale sarà forse il più difficile, con mobilitazioni che potrebbero agitare le due sponde della frontiera linguistica: lo sciopero del sesso lanciato da una senatrice fiamminga, e quello della rasatura, difeso da Benoît Poelvoorde, decisamente onnipresente quando si tratta di record.

Il Belgio ha dato già in bacheca il record europeo!

Più di 2.000 birre

Ma i Belgi possono stare tranquilli, anche se non porteranno a casa questo risultato, rimangono ancora delle buone performance al loro attivo. Almeno se si crede al Guinness Book dei record. Per i belgi, una vittoria attesa: quella del più grande numero di varietà di birra disponibili alla vendita. 2004 per l’appunto, da degustare in un famoso bar di Bruxelles.

E non è tutto. I Belgi possono orgogliosamente vantare di essere i detentori del record del mondo per il più grande numero di persone che si sono tenute simultaneamente in equilibrio sulle loro mani: 399. O quello della più grande palla specchio da discoteca. Del più grande cuscino. Della più grande corsa al contrario. Dello strudel più lungo. Della più alta torre di zollette di zucchero. O ancora del salame più lungo.

In breve, quando si tratta di record assurdi, i Belgi sono sempre i primi. Rimane ancora una quarantina di giorni per evitare a valloni e fiamminghi di aggiungere un nuovo titolo ad un palmares già ricco. Il tempo scorre.

Foto: (cc)foilman/flickr ; count-down dal sito lerecorddumonde.be