Politica

2012: il piatto piange

Articolo pubblicato il 11 gennaio 2012
Articolo pubblicato il 11 gennaio 2012
Gli inglesi hanno chiuso il 2011 cullati dal 'lull', la dolce pausa, mentre i tedeschi iniziano 'le fatiche del nuovo anno' . Nel loro discorso di fine anno alla nazione, il leader francese e quello tedesco ci hanno avvertito: non c’ è da aspettarsi niente di meglio da quello nuovo.

Secondo il quotidiano inglese The Guardian gran parte delle persone sono tornate a scuola e al lavoro dopo la decina di giorni delle feste natalizie , soprannominate "the lull" , il periodo di calma , di quiete . Il termine deriva dalla stessa espressione che si trova anche in tedesco , ma qui viene usato per dire che si induce qualcuno al sonno (jemanden einlullen) . Forse in realtà non c’è un termine adatto per indicare il relax che si prova alla fine dell’anno, ma i tedeschi indicano uno stato di calma che sembra preso dalle previsioni del tempo : l’ espressione eine Flaute haben indica la quiete dopo la tempesta . Ci si avvicina di più al significato dell’inglese quando si parla della stanchezza che si prova per il nuovo anno, Neujahrsmüdigkeit .

In ogni caso, i tedeschi hanno un ben preciso punto di riferimento per l’anno che si chiude: da decenni alla vigilia di Capodanno in tv passa sempre Dinner for One (Cena per uno), una brevissima commedia inglese degli anni ’60 molto più conosciuta nel vecchio continente che nell’isola. Quest’anno però ai volti dei due protagonisti, il maggiordomo e l’ anziana signora che riceve ospiti – immaginari – per cena , si sono sovrapposte quelli di Nicolas Sarkozy e di Angela Merkel , i principali leader politici dell’ Eurozona. Il giorno dopo, quando la nostra moneta ha compiuto dieci anni, sono tornati ad indossare i propri panni per il classico discorso del nuovo anno annunciando un 2012 difficile dal punto di vista finanziario. O meglio, forse dovremmo dire: cullati dall’insensata altalena dei mercati finanziari?

Video (cc) OpenEyes911/ youtube