Lifestyle

SOS gran caldo: alla ricerca di spazi rinfrescanti in Europa

Articolo pubblicato il 02 agosto 2017
Articolo pubblicato il 02 agosto 2017

Il mese di agosto ed il gran caldo stanno arrivando e gli Europei cercano sempre di trovare delle zone fresche nelle città e nelle capitali. Ed ecco un piccolo tour per suggerire qualche posticino che ci potrebbe salvare dalle insolazioni! 

Da luglio 2017 a Parigi è possibile rilassarsi nel Bassin de la Villette per la prima volta dopo il 1923, quando la balneazione fu interdetta. Un sogno che era stato accarezzato dal presidente della Repubblica Jacques Chirac, che aveva promesso di rendere nuovamente accessibile la balneazione nella Senna. Con una media di 1000 bagnanti al giorno, il Bassin de la Villette rischia di essere preso d'assalto. 

Nel bel mezzo di Londra, nel bellissimo polmone verde di Hyde Park, si trova il Serpentine Lido. Tutto è ordinatissimo e molto bello e dal mese maggio il lusso e la calma sono un appuntamento fisso in questo lago artificiale che ha ospitato la prova di triathlon dei Giochi Olimpici nel 2012.

Da venerdì 28 luglio i romani rischiano, invece, di non avere acqua nelle proprie case per 8 ore al giorno. Questa è la conseguenza di un mese di siccità in Italia, dove la pressione dei rubinetti è stata ridotta per ricorrere ai ripari. L'alternativa sarebbe quella di buttarsi  nella fontana di Trevi, come nella celebre scena del film "La Dolce Vita" di Federico Fellini. In questo modo però si rischiano multe salate da parte dei Municipi di Roma- dai 40 ai 240 euro. E' dunque al lago di Albano o sul litorale di Ostia che i romani devono recarsi per trovare sollievo dal caldo estivo.

A Varsavia non fa mai così caldo ma girando su internet i polacchi consigliano il parco Lazienki, anche detto "parco dei bagni". Con molti palazzi reali, costituisce anche il centro culturale nevralgico della città. 

Con temperature al di sopra dei 30 gradi nel mese di agosto, il caldo si fa sentire a Madrid. Il parco del Retiro con fontane e grandi vasche, permette ai cittadini della città di rilassarsi all'ombra, in pieno centro città.  

Nel sud di Bruxelles, nei dintorni della foresta di Soignes, il bosco de la Cambre è il rifugio preferito dei belga che soffrono le temperature alte. Anche i ciclisti della 38esima edizione del Tour de Wallonie sono passati il 25 luglio attraverso questa stupenda area verde. 

E per finire per i berlinesi è difficile scegliere tra i tanti parchi e laghi che si trovano in città. E se gli venisse l'idea di farsi un bagno nel fiume Spree (proprio a Berlino), a differenza di Parigi, ci si troverebbe di fronte ad un vera e propria piscina galleggiante: la Badeschiff.