Lifestyle

Meet My Hood: Zugló, Budapest

Articolo pubblicato il 12 dicembre 2016
Articolo pubblicato il 12 dicembre 2016

Zugló è un piccolo spaccato di un mondo popolare nel centro di Budapest. Ma, nonostante vocazione di quartiere di tutti per tutti, non è un quartiere dormitorio, ed è in grado di fornire a chi ci vive letteralmente tutto quello di cui hanno bisogno. Anche se questo non viene sempre compreso da chi lo guarda da fuori. La reazione più frequente? "Wow, stai sempre a Zugló?"

Zugló è la mia casa. Sono nata e cresciuta nel quattordicesimo distretto di Budapest, e mentirei dicendo di non trovarci tutto quello di cui ho bisogno. E va smentita anche la leggenda che non ci sia niente da fare. È il terzo distretto di Budapest per grandezza, con i più importanti musei e i più vecchi caseggiati della capitale ungherese. Ma è anche il quartiere che ospita il parco cittadino, lo zoo, il circo di Budapest e i resti di quello che, una volta, era il luna park.  

A voler essere sinceri, sono fiera di essere di  Zugló. È un posto pieno di colori, che sorprende sempre. Di fronte al mio palazzo di dieci piani c'è un torrente, che di solito nessuno nota finché noi ci finisce dentro. In piazza Örs Vezér c'è il più vecchio centro commerciale di tutta l'Ungheria, proprio dietro al più caotico viale principale della città. Moltissimi immigrati cinesi o di etnia rom si sono trasferiti nelle palazzine di questa zona, ma basta girare l'angolo per ritrovarsi davanti alle case di quelli che una volta erano i propri compagni di scuola più ricchi, e lì sì che sembra di essere in un altro Paese. 

I fiori spezzati di Zugló

Il bellissimo progetto del governo per la ricostruzione di Budapest prevede anche la creazione di un quartiere dei musei, che verrà costruito nel parco cittadino. È la più grande area verde di Pest (la parte a est del Danubio, ndr), ma questo progetto ha incontrato l'inaspettata opposizione di moltissimi residenti. A marzo 2016 infatti un gruppo di attivisti chiamato "Occupy City Park Budapest" si è trasferito nel bel mezzo del parco per protesta, e continua tutt'ora a vivere lì. 

Dal 1950 al 2015 il parco ha ospitato l'unico luna park di tutta l'Ungheria. Ma ora ora è diventato un cantiere. Il progetto di cosa sarà costruito non è noto, e non si sa bene quando inizieranno i lavori. C'è da sperare che venga almeno deciso di mantenere qualche cimelio del vecchio parco divertimenti, come le gigantesche montagne russe di legno.

Zugló è un importante punto di ritrovo per moltissime sottoculture. Piazza Örs Vezér è diventata la casa dei punk della città, mentre piazza degli Eroi è sempre piena di turisti che si fanno i selfie con le statue. Per tutto il distretto poi si praticano sport diversi. Uno dei primi giardini comunitari venne fondato proprio qui, per dare la possibilità a tante persone che vivono in appartamento di avere delle piccole aree verdi. 

La parola a chi ci abita

Sottotitoli disponibili in inglese e francese

I prezzi

Le persone

_

Questo articolo fa parte del nuovo progetto di cafébabel: Meet My Hood. L'obiettivo è fare scoprire i quartieri delle principali città europee. Partecipa anche tu, ovunque ti trovi!