Lifestyle

Meet My Hood: il quartiere Salamanca a Madrid

Articolo pubblicato il 04 agosto 2015
Articolo pubblicato il 04 agosto 2015

Il "barrio" Salamanca è noto per essere l'equivalente madrileno di Notting Hill a Londra, con tutti i cliché che ne conseguono. Ma saprà veramente rendere onore a tutti i suoi luoghi comuni, soprattutto a quelli più radicati? Per rispondere a questa domanda, abbiamo fatto un giro virtuale nelle strade di Salamanca per sfatare (o confermare) i miti che lo circondano.

Noioso, fighetto, elegante o esclusivo sono alcuni degli aggettivi più gettonati per descrivere il quartiere di Salamanca. Ci dirigiamo verso Plaza de Manuel Becerra per intervistare la gente del posto. Saranno loro a smontare, o confermare, alcuni dei cliché che abbiamo in mente, e a spiegarci le ragioni per cui hanno deciso di vivere o lavorare qui.

I sottotitoli sono disponibili in inglese (attivando la funzione automatica di You Tube, in basso a destra del player).

Quanto costa? 

L'affitto a Salamanca costa in media 400 euro, per una camera in una sistemazione di 100 metri quadrati. Giusto per darvi un'idea, una camera in un appartamento simile a Moncloa, il quartiere universitario per eccellenza, costa circa 300 euro. Quanto alla birra, è possibile ordinare una mezza pinta per 1,90 euro. Dove? Vi suggeriamo due locali dove, ad ogni consumazione, le tapas sono in omaggio: Entre Cáceres y Badajoz e Los montes de Galicia. E infine, un caffé vi costerá tra 1,30 e 2 euro; il nostro consiglio è di prenderlo alla famosa Chocolatería Valor o nella caffetteria Fonty

Il "Best of": la pasticceria Animari

Chi vive in questo quartiere da sempre, conosce la pasticceria Animari alla perfezione. Si tratta di una catena di locali con svariati decenni di storia sulle spalle, principalmente concentrati in questa zona. Negli anni, si è trasformato in uno dei luoghi di riferimento per comprare pasticcini, piatti già pronti o semplicemente per prendere un caffé. Al di fuori del quartiere, Animari perde tutto il suo fascino e diventa una perfetta sconosciuta, aliena da quello che succede nel resto della città.  

Gente di oggi e di sempre

Vidal ha 23 anni ed è di Toledo, a circa 70 chilometri da Madrid. Studia Turismo e gestione delle imprese nella capitale e ha sempre voluto abitare a Salamanca. Il motivo è presto detto: la sua vicinanza al centro al centro, che si trova a 15 minuti; e alla sua facoltà, che raggiunge in 25 minuti. Riconosce che gli affitti sono più cari che altrove «perché si paga la zona». Quello che meno gli va a genio è la presenza della Polizia, «perchè se non hai l'aria impostata da riccone ti fermano per un niente».

Maite ha 40 anni e vive nel quartiere da quando ne aveva tre. Lavora come funzionaria al Comune di Madrid. Quello che più le piace di Salamanca è la sicurezza e i servizi che offre. Le piace meno «la sporcizia che c'è ultimamente,  sebbene si tratti di un quartiere molto celebre e frequentato». Insiste però sul fatto che vi sono tanti stereotipi e si trovano «persone di tutte le condizioni economiche e sociali,» che non necessariamente corrispondono all'identikit della classe agiata. 

Maria Angeles gestisce un negozio di cappelli nel quartiere, City Sport, da 8 anni. Quello che più le piace della zona è che «si trova in centro, è elegante, eppure ha questo sapore di quartiere, con le botteghe tradizionali e gente che si saluta». Le piace di meno il «degrado degli ultimi tempi» e la quantità di negozi che chiudono per effetto della crisi, «nonostante si tratti di un quartiere di classe medio alta».

Jesús ha 79 anni e vive nel quartiere da più di 50 anni. Per lui, nella zona «si trova di tutto»: negozi, ristoranti, parchi... «quasi tutto quello che vorresti».  Gli piace anche la sicurezza che offre, dal momento che puoi «girare nel quartiere senza nessun problema». Riconosce che è un po' caro, però, secondo Jesús, hai «in cambio una migliore qualità della vita». 

_

Questo articolo fa parte del nuovo progetto di cafébabel: Meet My Hood. L'obiettivo è fare scoprire i quartieri delle principali città europee. Partecipa anche tu, ovunque ti trovi!