Lifestyle

Meet My Hood: Blasco Ibáñez, Valencia

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2015
Articolo pubblicato il 18 dicembre 2015

Da quando diverse facoltà dell'Università di Valencia si sono installate sulla Avenida Blasco Ibáñez, quest'area si è riconvertita nel quartiere studentesco per eccellenza della "Capitale del Turia" .

La Avenida Blasco Ibáñez, antica via di collegamento tra Valencia e il mare, è oggi una delle principali e più affollate arterie della città. Situata tra Viveros e l'emblematico quartiere di El Cabanyal, porta il nome di uno dei più famosi scrittori valenciani.

Con due ospedali, diverse facoltà universitarie, un campo da calcio, scuole materne e elementari, infiniti bar e terrazze, innumerevoli pub e discoteche, e con il suo caratteristico parco che separa in due la carreggiata, quella di Blasco Ibáñez è una zona speciale.

Quartiere di studenti

Quando si passeggia per la Avenida Blasco Ibáñez, si incontrano "esemplari" di tutti i tipi: medici e pazienti dell'Hospital Clínico, lavoratori della zona, maree di tifosi che invadono le strade quando il Valencia C.F. gioca qualche partita al Mestalla, bambine in uniforme del Colegio Guadalaviar. Tuttavia c'è un gruppo molto più numeroso degli altri: gli studenti universitari.

Non è strano se pensiamo che le due università pubbliche di Valencia, la Universitat de València (UV) e la Universitat Politècnica de València (UPV), si trovano entrambe nelle vicinanze. Di conseguenza, molti studenti vivono nei palazzi che costeggiano la strada, molto spesso in appartamenti condivisi con altri giovani che studiano in una delle facoltà vicine.

Cosa dice chi abita nel quartiere

Le interviste sono state girate a ottobre. I sottotitoli sono disponibili in inglese (attivando la funzione automatica di You Tube, in basso a destra del player).

La gente

Ma cosa fanno tutti gli studenti quando non sono a lezione? Be', invadono le caffetterie, i bar, le terrazze, fanno la coda al supermercato (in genere il lunedì, quando tornano da un finesettimana trascorso in famiglia). Si ritrovano nei parchi a prendere il sole quando fa bel tempo, o passeggiano con gli appunti appena fotocopiati in uno delle centinaia di locali che proliferano intorno alla avenida principale. Tutti lo abbiamo fatto almeno una volta.

Quanto costa?

Proprio perchè si tratta di un quartiere di studenti, sono molti i bar e le caffetterie che offrono prezzi abbordabili per le tasche dei giovani. I caffè e le birre non sono cari e ci sono diversi ristoranti che offrono menù per gruppi a prezzi accessibili. Ma non è tutto oro quel che luccica: i proprietari degli appartamenti approfittano della necessità dei giovani di trovare un alloggio nei dintorni della facoltà. L'affitto delle case, infatti, è leggermente più caro rispetto al resto della città.

Bonus: i luoghi da non perdere

Jardines del Real Altrimenti detto Viveros, è l'enorme giardino che segna l'inizio della Avenida Blasco Ibáñez. In questo spazio si è soliti celebrare feste e organizzare esposizioni e concerti. I giardini ospitano anche il Museo di scienze naturali.

Piazza Xúquer Più o meno a metà della Avenida, una delle sue perpendicolari porta a piazza Xúquer. Vecchia zona della "movida" cittadina, oggi è piena di bar e caffetterie dove si ritrovano i giovani (e meno giovani).

Bar El Castillo Più conosciuto come "los quintos", questo bar è una leggenda tra gli universitari per la sua offerta di tre bottiglie da 200 ml a solo 1 euro: è sempre pieno. Avenida de Menéndez Pelayo, 22.

La Facoltà di medicina A Blasco Ibáñez non ci sono solo bar, ma anche edifici storici. La Facoltà di medicina, la cui facciata è stata recentemente rinnovata, merita davvero una visita. La riconoscerete per le sue enormi colonne e le sue dozzine di studenti sulle scale dell'ingresso.

_

Ha collaborato Aina Reig.

_

Questo articolo è una puntata speciale del nuovo progetto di cafébabel: Meet My Hood. L'obiettivo è fare scoprire i quartieri delle principali città europee. Partecipa anche tu, ovunque ti trovi!