Lifestyle

Il mercante cravattaio

Articolo pubblicato il 05 settembre 2007
Articolo pubblicato il 05 settembre 2007

Shylock, è il prototipo shakespeariano dell’usuraio che si incontra nel Mercante di Venezia. Pretende come garanzia in caso di mancato rimborso di un prestito concesso al suo arcinemico Antonio, una libbra della sua carne. Shylock non gode di buona fama tra i mercanti della città per colpa dei suoi interessi da strozzino, tanto da essere definito cut-throat dog, niente meno che cane tagliagola.

Inglesi e tedeschi su questo sono concordi. Chiunque domandi un prezzo esagerato ama tagliare le gole ed è definito cut-throat o Halsabschneider. Per i francesi ha le sembianze di uno squalo, lo requin de la finance (squalo della finanza), mentre noi italiani lo consideriamo un cravattaio.

Se parliamo invece di prezzi troppo alti, allora i tedeschi esclamano sauteuer!, che vuol dire dannatamente costoso, mentre un austriaco direbbe invece che è sündteuer, così caro da rasentare la malvagità. I francesi hanno invece un’espressione simile alla nostra, prix exorbitant, ovvero prezzo esorbitante; ma ricordate, a tedeschi e austriaci va spiegato bene che qualcosa che va oltre l’orbita terrestre è costosissima, altrimenti sembrerà loro un modo di dire alquanto stravagante. Si sentono in pericolo di vita i polacchi, che mettono il broncio di fronte a cose To jest drogie jak colera, (care come il colera), che fa il paio con l’ungherese caro come il veleno, méregdrága. In Inghilterra chi invece si trova nelle grinfie di un mercante senza scrupoli rischia di subire un autentico furto; rip off merchant come dicono oltre Manica.

Ma torniamo al punto di partenza, a Shylock. Di lui i tedeschi direbbero che ha übers Ohr gehauen, cioè tagliato fino alle orecchie Antonio, un modo per dire che l’ha imbrogliato con la forza. Meno cruenti i francesi che descriverebbero il malcapitato come rouler dans la farine, infarinato per bene. Ma il risultato non cambia per il nostro Antonio: sempre nei guai è.