Lifestyle

Giocare a calcio sul ghiaccio: il bandy

Articolo pubblicato il 12 novembre 2008
Articolo pubblicato il 12 novembre 2008
Simile all’hockey ma giocato all’aperto, il bandy nasce in Inghilterra ma diventa uno sport nazionale in Svezia. E rischia l’estinzione a causa dell’effetto serra.

Per intravedere la vera Svezia, bisogna recarsi allo stadio di una piccola cittadina in pieno inverno. Un migliaio di spettatori su vecchie panche in legno in una giornata gelida e fredda. Alcuni spettatori hanno portato delle borse in pelle piene di caffè caldo, vino per scaldarsi e panini fatti in casa. Il pubblico acclama entusiasta le due squadre si giocatori sui pattini (probabilmente provenienti da cittadine che nemmeno gli svedesi hanno mai sentito nominare), che inseguono una piccola palla arancione, solo un po’ più grande di quella da hockey sul ghiaccio.

Tutto parte dall’Inghilterra

Questo è lo stereotipo del bandy, detto anche “calcio sul g(YlvaS/Wikipedia)hiaccio”. Un riflesso del passato e della cultura della classe operaia delle piccole cittadine svedesi. Non è una coincidenza il fatto che il club I.F. Edsbyn abbia vinto, nel 2007, la quinta edizione consecutiva del campionato nazionale. Come funziona? La partita viene giocata su un campo di calcio ghiacciato. Obiettivo delle due squadre, composte da 11 giocatori, è totalizzare più punti possibile durante i due tempi della partita, di 45 minuti ciascuno. Tutti i giocatori, escluso il portiere, hanno una mazza di legno atta a colpire una palla di gomma per centrare una rete di 2.1x3.5 metri. Ci sono delle regole che prevedono punizioni, espulsioni, calci d’angolo e fuorigioco. Le origini del bandy risalgono al gioco dello shinny, un tipo particolare di hockey giocato su uno stagno di ghiaccio in Inghilterra nel Diciannovesimo secolo. Infatti, il nome di hockey sul ghiaccio era originariamente usato per quello che sarebbe poi stato conosciuto come bandy. La prima vera partita è stata giocata nel 1875 nel Palazzo di Cristallo di Londra. Gli inglesi hanno poi diffuso il gioco nella maggior parte dell’Europa continentale. Nel dicembre del 1895, il Conte Clarence von Rosen ha portato il gioco in Svezia. Nel 1908 la principessa Margareta, di origini britanniche, ha creato la prima squadra femminile di bandy.

Riscaldamento climatico? Rischio di estinzione del bandy

(Wikimedia)Il gioco ha poi perso popolarità lasciando spazio all’hockey sul ghiaccio e al calcio tradizionale. Perché? Il bandy ha bisogno di condizioni meteorologiche fredde stabili. Mentre l’hockey sul ghiaccio può anche giocarsi al coperto, visto il campo da gioco molto piccolo il bandy, necessita un campo più grande e all’aperto. Ed è per questo che è sopravvissuto in Svezia, Norvegia, Russia e Finlandia, dove lunghi inverni hanno reso difficile il calcio “tradizionale”.  Inizialmente concepito per classi medio - alte, negli anni Trenta ha incontrato un altro pubblico. Nell’Unione Sovietica, il bandy è stato visto come uno sport per la classe operaia. In Norvegia questo gioco era così popolare che si organizzavano campionati clandestini durante l’occupazione tedesca. Quando è stata formata la Federazione internazionale di Bandy, a Stoccolma nel 1955, lo sport stava perdendo quota. La prima Coppa del Mondo si è tenuta in Finlandia nel 1957, e l’unione Sovietica ha dominato le classifiche fino agli anni Ottanta.

Gli eventi politici hanno riacceso l’interesse verso il bandy in tutto il mondo. È il caso della disgregazione dell’Unione Sovietica nel 1991. Questa situazione ha creato subito nuove squadre di livello nazionale, come quella in Kazakhstan. È stato poi più semplice costruire delle arene al coperto dove svolgere le partite. Ma il riscaldamento globale potrebbe modificare la mappa del bandy: ad esempio in Svezia sta diventando sempre più difficile giocare all’aperto. Il bandy oggi vende nostalgia. Ma il suo futuro rimane nell’entusiasmo dei giocatori di nuove nazioni come l’Ungheria, l’Italia, la Mongolia e gli Stati Uniti, e ciò che esse porteranno di favorevole a questo gioco. Per renderlo moderno è necessaria la professionalizzazione dei suoi giocatori, appena cominciata. E c’è ancora molto da fare per portare le squadre agli standard internazionali per marketing e mezzi di comunicazione.

Dove vedere il bandy in Svezia

L’unico tema della serie maggiore di Stoccolma è l’Hammarby IF, che ha l’appoggio di grandi folle. Stazione metropolitana di Zinkensdamm, clicca qui per i biglietti e le partite.