Lifestyle

EuroMillions: la lotteria europea

Articolo pubblicato il 12 febbraio 2009
Articolo pubblicato il 12 febbraio 2009
Ogni venerdì, 200 milioni di europei di nove paesi differenti hanno l’opportunità di diventare ricchi grazie a Euromillone, una lotteria condivisa che venerdì 13 febbraio compie cinque anni.

Questa iniziativa senza precedenti è nata nel 2002, quando gli “istituti” di lotteria più importanti del Regno Unito (Camelot), Francia (La Française des Jeux) e Spagna (Loterías y Apuestas del Estado),hanno deciso di unirsi e creare una lotteria comune. Il risultato è EuroMillions, la cui prima estrazione è avvenuta il 13 febbraio 2004. Le aggiunte non si sono fatte aspettare. Nell’ottobre di quello stesso anno altri stati si sono aggiunti all’iniziativa: Austria, Belgio, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Svizzera. L’Italia non è ancora presente. Nonostante l’unione, ciascun organismo di lotteria disegna i propri biglietti e ne gestisce la vendita, in accordo con le norme vigenti in ciascun Paese.

Come si gioca?

L’estrazione avviene ogni venerdì a Parigi e viene destinato ai premi il 50% dell’incasso finale. Si tratta di azzeccare, da un lato, cinque numeri da 1 a 50 e, dall’altro, due numeri in più tra l’1 e il 9, che vengono chiamati “stelle”. Ogni giocata costa due euro. Il premio minimo garantito è di 15 milioni di euro, ma questa cifra può aumentare con l’accumulo del montepremi, settimana dopo settimana, nel caso non ci siano vincitori.

Carlos García

I premi

L’irlandese Dolores McNamara è stata fino ad oggi la più fortunata nella storia di EuroMillion: ha vinto 115 milioni di euro grazie all’estrazione del 20 luglio 2005. Il secondo premio più importante è stato di 100 milioni di euro, il 9 febbraio 2007: questa volta la dea Fortuna ha baciato un belga. Mentre il terzo è arrivato in Spagna: più di 76 milioni di euro nell’estrazione del 25 gennaio 2008. Questi sono i premi più rilevanti distribuiti nella storia di EuroMillion.

La lotteria europea

Così viene definita per essere riuscita a riunire un buon numero di paesi. Ed EuroMillion funziona: il suo incasso è aumentato dalla media di 40 milioni di euro a estrazione nel 2004 in forma di giocata ai 70-80 milioni nelle ultime settimane. Nel febbraio del 2006, le giocate sono arrivate a sfiorare i 280 milioni di euro grazie alla possibilità di un montepremi di 183 milioni che, alla fine, è stato diviso fra tre vincitori. Non bisogna dimenticare che, con una base di giocatori tanto ampia, l’ammontare dei premi è proporzionalmente maggiore di quello delle altre estrazioni. Se EuroMillion continuerà ad espandersi, presto parleremo di premi di cifre astronomiche. La probabilità di azzeccare i 7 numeri è di una su 76 milioni. Tuttavia, c’è poco da discutere su questo tema: chi non tenta la sorte, non ha opportunità di vincere.

Cosa fare se vinci con EuroMillion. Qualche esempio

Sparire: un abitante di un piccolo paese spagnolo è letteralmente sparito dopo aver vinto alla lotteria. I vicini e gli amici assicurano di averlo visto l’ultima volta alla guida di una Mercedes sportiva. Non hanno più saputo nulla di lui.

Anonimato: sono numerosi i vincitori che, prevedendo ciò che potrebbe succedere loro, decidono di occultare la loro identità e si rifiutano persino di posare per le foto dei mezzi di comunicazione.

Un’opera buona: un belga che ha vinto il premio nel dicembre del 2008, ha donato metà dei suoi 7 milioni di euro al centro di aiuto sociale del suo paese. Da allora, e vista la data, è conosciuto come il “Babbo Natale di Rients”.