Lifestyle

“Che mangiamo stasera” ai tempi del Web 2.0

Articolo pubblicato il 07 novembre 2008
Articolo pubblicato il 07 novembre 2008
Una domanda che si sente in tutte le cucine d’Europa da secoli. La risposta? Su Internet. Un panorama dei siti di cucina più conosciuti e efficaci.

Una breve ricerca sul Web europeo e, in pochi clic, scopriamo molti siti per gli amanti della cucina. Fan del gelly (gelatina) e degli stews (stufati)? Troverete la la vostra felicità sul "so british", sito culinario della BBC, che osa addirittura proporre una sorprendente ricetta di torta Tatin, la cui pasta, congelata, viene sbriciolata con l’aiuto di una grattugia! In Inghilterra, tutto è permesso, anche una pagina Web dedicata alla nouvelle cuisine britannica. Menzione speciale per il sito di Jamie Oliver, un cuoco inglese molto conosciuto.

Da Marmiton a Gustos

In materia culinaria, il Web non conosce limiti: per i cuochi dilettanti romeni, il sito Gustos, con più di 14mila ricette, tre milioni di visitatori e un milione e mezzo di pagine visitate al mese, propone la ricetta delle crêpes Suzette e una lista impressionante di sarmale, involtini di cavolo accompagnati da polenta.

Questo sito è a metà strada tra La cuisine de A à Z e Marmiton, due siti francesi molto frequentati. Quest’ultimo si aggiudica addirittura la testa della classifica del Web culinario francofono con 250mila visitatori al giorno e 3 milioni di pagine viste al mese. Ma quali sono le qualità di Marmiton? La sua english version, of course, che permette d’esportare la gastronomia francese in ogni parte del mondo. Ma anche la sua rubrica Au secours (“aiuto”), suddivisa in Il m’en reste des tonnes (“ne ho ancora un sacco”) o Je débute (“debuttanti”) o ancora Vite, ils arrivent (“Presto, stanno arrivando”).

Le ricette dei blogger

Questi siti guadagnano la prima posizione nei motori di ricerca, ma non sono i soli fornitori di ricette. Sempre più blog sono dedicati alla cucina. I portali blog-appetit.com  o Gustos e la sua comunità d’internauti propongono, ad esempio, un portale che si alimenta con i blog di tutti i collaboratori.

In conclusione, la prossima volta che i vostri bambini vi domandano: «Che si mangia stasera?», voi potrete consigliare loro di fare un giretto su Mini Chef, sito sponsorizzato dalla Commissione europea. Presenta delle ricette europee in tutte le lingue dell’Unione. Per conservare la nostra tradizione culinaria e la nostra salute, ma nell’epoca del Web 2.0.

Ricetta: maiale al cavolo e salsa di Jamie Oliver