Lifestyle

Austria, 7 giovani open-designer da scoprire

Articolo pubblicato il 12 agosto 2015
Articolo pubblicato il 12 agosto 2015

Durante il suo viaggio in Austria, la nostra collega di Europe Next Door ha avuto l'occasione di assistere alla presentazione dei designer finalisti al Vienna Open Festival. L'evento da 4 anni celebra e stimola una creatività "aperta", all'insegna dell’open data, dell’open design e dell’open architecture.

Alexandra Parger

Un anno e mezzo fa, mentre era ancora studentessa, Alexandra ha cominciato a creare dei gioielli con l'aiuto di una stampante 3D. All'inizio si trattava principalmente di collane, poi è spuntata l'idea di un gioiello autoreggente, che non rovinasse i vestiti. Da lì è nato il suo marchio, NANAdesign.

Bernhard Ranner

Designer di professione, Bernhard è stato selezionato per un oggetto pratico e di design: un supporto tagliato con il laser che permette di appendere i sacchetti di plastica, quelli utilizzati per i rifiuti organici. Le opere di Bernhard sono disponibili sul suo sito internet e sulla sua pagina Facebook.

Eva Pils

Eva ha presentato il suo progetto Peekaboo. Concepite per essere posizionate nei diversi luoghi nelle città, queste particolari mangiatoie permettono una migliore osservazione degli uccelli. Completamente personalizzabili, per gli ornitologi (o i passerotti) più esigenti.

Dirk Butterling

Werkpunk è il nome del marchio creato da Dirk che, per il Vienna Open Festival, ha presentato le sue lampade in ceramica, in grado di creare un'atmosfera ricercata ma con estrema essenzialità.

Phil Divi

Ingombranti e antiestetici, i taglieri sono generalmente relegati in cucina. Philipp ne ha immaginato un nuovo utilizzo: il tagliere diventa removibile e può essere usato sia per tagliare che per servire in tavola.

Julian Tresowski

Julian, designer, ha inventato una salsiera amovibile che permette di versare una dose precisa di salsa o crema nel piatto. Un oggetto destinato alla haute cuisine. Il prototipo è stato realizzato con una stampante 3D, ma Julian sta attualmente cercando un modo per produrre l'oggetto in serie.

Alexander Ullrich

Alexander, grafico, trae ispirazione dal lettering e dalla tipografia per creare i suoi oggetti: a Vienna presenta una lampada con un messaggio personalizzabile.

_

Il presente articolo è stato pubblicato sul sito del progetto Europe next door, un tour dell'Europa alla scoperta dei giovani europei in 28 diversi paesi.