inside cafébabel

Benvenuta Naiara!

Articolo pubblicato il 09 luglio 2015
Articolo pubblicato il 09 luglio 2015

Naiara è la nuova redattrice della versione spagnola di Cafébabel, e lavorerà con noi per i prossimi 10 mesi. Ci racconta che adora Parigi e pensa che questo web magazine sia un progetto interessantissimo, in ogni senso. A parte questo, si definisce una grande amante del caffè e più volte si è offre di prepararlo con l'umile caffettiera della redazione... Cosa si può chiedere di più?

Naiara ha avuto poco più di una settimana per mollare tutto e venire fino a Parigi, alla redazione di Cafébabel. In ogni caso, questa valenciana di 24 anni aveva già le idee chiare sul voler conoscere la città, scoprire la cultura francese e dedicarsi a una delle proprie passioni: il giornalismo. «Sono sempre andata bene in matematica, fisica e chimica, però mi sono resa conto che non volevo lavorare in questi campi,» confessa. «Mi piace molto scrivere, sono molto curiosa, e il giornalismo era la strada giusta per me, l'ho capito subito,» continua. Ci dice anche che la sua decisione ha provocato un «gran casino» a casa, ma a poco a poco i suoi genitori l'hanno accettata, insieme alla sua voglia di viaggiare e vivere in altri paesi. Non per niente, ha fatto un anno di Erasmus a Newcastle, dove ha potuto migliorare il suo (già buon) inglese.

Quando le si chiede un film che l'ha colpita, riflette un po' e risponde: Into the wild, di Sean Penn. Trova facile identificarsi nella storia del personaggio, che abbandona i sentieri già tracciati e decide di evadere dal mondo pianificato. È esattamente quello che ha fatto Naiara quando ha deciso di dedicarsi al giornalismo, e di creare e scrivere un blog dove parlare di alcune delle proprie e pubblicare alcune riflessioni personali. E Parigi? Per il momento, Naiara si è riproposta di visitare alcuni dei caffè parigini che hanno fatto da sfonfo a pellicole e serie televisive come Il favoloso mondo di Amélie o Sex and the city. Forse per un nuovo post sul blog...? ;).

 

A proposito di Cafébabel, dice che vuole imparare molto dal suo lavoro come giornalista, ma anche dai suoi colleghi, «soprattutto perché si tratta di un ambiente internazionale ed europeo che può arricchirmi molto». Lo è anche per il fatto che in un'associazione come Cafébabel «il modo di lavorare è collaborativo, e tutti partecipiamo». Infine, definisce il web magazine come un «progetto molto bello, che già da tempo volevo conoscere da vicino», e ora le pare ancora più interessante. Voglia di fare, motivazione e simpatia. A Naiara non manca niente per buttarsi nel mondo babeliano, con cui non vede l'ora di collaborare. Benvenuta!