Firenze

La New wave delle serie italiane: "Getalive" e il Live action role-playing

Articolo pubblicato il 16 giugno 2015
Articolo pubblicato il 16 giugno 2015

Conoscete qualche appassionato di "gioco di ruolo dal vivo" (Live action role-playing)? Oppure siete un giocatore? O forse non sapete nemmeno di cosa stiamo parlando? Qualunque sia la risposta il nostro consiglio è di guardare Getalive, una divertente web serie italiana che ironizza sulla “realtà” dietro a questo fantastico mondo.

L’idea di Getalive è nata in Toscana, a Prato, da un gruppo di amici e veterani di "gioco di ruolo dal vivo" (GRV), a cui si sono uniti dei professionisti del cinema. Nel 2011 hanno fatto i primi passi per realizzare il loro progetto: far conoscere ai "non adepti" il mondo del GRV ma in un modo comico e molto autoironico. Per ora la web serie è composta da tre puntate "pilota" (che si possono guardare sul sito), ma il 9 marzo 2015 è stato aperto un crowdfunding per finanziare tutta la prima stagione. Il 20 aprile è stata abbondantemente raggiunta la cifra necessaria per completarla, così sono subito cominciate le riprese. La prima del nuovo episodio si avvicina sempre di più: sarà presentata all’edizione 2015 del Lucca Comics & Games ad ottobre.

Cosa si fa in un live di GRV?

Il GRV è una forma di gioco di ruolo in cui i partecipanti fingono di essere dei personaggi fantasy (scelti da loro stessi), si vestono dunque in modo adeguato, con tanto di equipaggiamento e costumi tradizionali, e si muovono secondo la scenografia prescelta dagli organizzatori. Questa forma di giochi di ruolo esiste ormai da decenni ed diventanta ormai popolare in tutto il mondo. L'Italia non fa eccezione. Oltre alle infinite possibilità che questo tipo di gioco di ruolo offre ai suoi appassionati, i giocatori possono anche sviluppare le proprie capacità teatrali, che – come nel caso della web serie made in Prato – hanno aiutato molto anche la realizzazione di Getalive.

I protagonisti di Getalive

Il Lucca Comics è uno dei maggiori sostenitori del progetto, ma ci sono anche altre associazioni partner, come i Clavisomni, il Gruppo Luce Nera e BabeleFilmica. Emanuele Tassi di Babele Filmica – regista dei primi tre episodi – ha lavorato spesso come fotografo ad eventi GRV e da questa esperienza ha intuito che sarrebbe valsa la pena raccontare in una serie cos’è il GRV e chi lo pratica. In Getalive compaiono diversi tipi di giocatori: un ragazzo appassionatissimo del gioco (Loris alias Duccio Mantellassi) che non aspetta altro che il giorno del live e trascorre le sue giornate in un mondo di fantasia; c’è anche chi (Filippo alias Francesco Gori) si trova "per caso" tra i giocatori per alleviare una delusione amorosa, ma vuole subito scappare; mentre gli altri sembrano prendere il gioco molto sul serio, ma alla fine non riescono a staccarsi completamente dalla realtà e violano le regole del gioco.

Il primo episodio di Getalive: Legami (You Tube)

Una serie promettente

Getalive non è stata apprezzata solo da comuni spettatori e fan del GRV, ma anche da professionisti delle web serie. Ad aprile ha vinto il premio come "Best Sci Fi/Fantasy Comedy Film editing" e "Best Sci Fi/Fantasy Comedy trailer" nell'ambito del Rome Web Awards, gli "Oscar" italiani per le migliori iniziative sul web.

Negli episodi girati finora, i sei protagonisti dalla simpatia travolgente cercano di cavarsela tra fantasia e realtà, tra orchi che appaiono e fidanzati scomparsi, e –riflettendoci – la nostra vita quotidiana non è poi così diversa. Gli episodi sono disponibili online gratis, con tanto di sottotitoli in inglese (e qualche contenuto extra), così che la serie possa essere apprezzata da un pubblico più vasto e permettere a tutti di divertirsi con le avventure dei ragazzi di Getalive.