Cultura

Zapping: il trash è il meglio della Tv

Articolo pubblicato il 18 novembre 2008
Articolo pubblicato il 18 novembre 2008
I programmi di zapping occupano i palinsesti televisivi di tutta Europa: Italia, Francia, Germania, Polonia, Spagna. Blob è stato il primo a iniziare a criticare la televisione dall’interno.

Il 17 Aprile del 1989, mettendo in onda la prima puntata di Blob, Rai 3 ha messo in atto una piccola rivoluzione. Si tratta di un cocktail televisivo realizzato con frammenti di altri programmi, in cui non è previsto alcun commento: il montaggio, la scelta delle immagini e la musica parlano da soli. Il titolo del programma si ispira al film d'orrore statunitense The Blob (La macchia vorace).

Fu un successo. E l'allora direttore di Canal Plus Francia, Alain de Greef, non tardò a copiare l'idea. Dal settembre dello stesso anno in Francia comincia Lo Zapping, programma che in quattro minuti descrive la situazione politica e sociale attraverso frammenti televisivi. 

Un'idea che funziona in tutte le lingue

E dalla Francia alla Spagna. Nel 1990, la neonata Canal Plus Spagna dedica a questo format uno spazio di tre minuti all'interno del magazine Lo más plus. Insieme a Los Guiñoles, altra importazione proveniente dal paese limitrofo, furono questi tre minuti a mantenere l'interesse sul programma. Rimasero un successo per più di dieci anni. Il format originale continuò a diffondersi in Europa, arrivando alla tedesca Premiere nel 1993, col nome di Premiere Zapping. Mentre in Polonia, anche qui messo in onda da Canal Plus, si chiama Łapu-capu.

Lo zapping fatto parodia

Ancora in Germania, un fenomeno di grande successo è Kalkofes Mattscheibe (il tubo catodico di Kalkofe). Si tratta di una trasmissione emessa dalla catena televisiva Pro7 e presentata dal famoso comico Oliver Kalkofe, il quale si diletta ad imitare i protagonisti delle situazioni più assurde e deliranti della televisione, riuscendo a mettere in ridicolo qualsiasi cosa: dal corrispondente impaurito perché manca la connessione, alla classica televendita.

In Spagna, fu abbastanza buona l'accoglienza per Homo Zapping. Pur non emettendo in alcun momento programmi di altri canali, comprendeva un cast di attori che realizzavano parodie delle produzioni televisive più popolari, non solo spagnole. Serie televisive conosciute in tutto il mondo quali House o C.S.I. erano spesso 'analizzate' da Homo Zapping.

Oggi, Sé lo que hicisteis… (So cosa avete fatto) è tra le trasmissioni più famose della catena spagnola La Sexta. La maggior parte dei suoi contenuti si basa su frammenti di programmi trash, commentati in chiave umoristica. Ma sembra che ciò non riscuota la simpatia della concorrenza. Telecinco ha di recente vinto una querela contro il programma, reo di aver attentato ai diritti d'autore trasmettendo senza permesso i suoi contenuti. Invece di intimidirsi, gli autori del programma hanno tratto beneficio dalla denuncia, dando vita a nuove situazioni comiche e registrando i migliori indici di ascolto di tutta la sua storia.