Cultura

Yuksek: in viaggio verso l’ignoto dell’elettronica francese

Articolo pubblicato il 07 settembre 2011
Articolo pubblicato il 07 settembre 2011
Stanchi di perdere il treno delle novità musicali? Questo fa per voi! Il lancio in Francia nella primavera del 2011 del misterioso singolo "On A Train" ha fatto molto rumore. Chi ci si nasconde dietro, perché tanta segretezza e dove conduce il treno di Yuksek? Qui troverete tutte le risposte, seguendo il tour europeo del fenomeno dell’elettronica francese Pierre-Alexandre Busson alias Yuksek.
Ultima chiamata per i passeggeri!

Partenza: Reims, 20:06 - Destinazione: sconosciuta

Reims, estate 2006: "It comes!". I francesi del gruppo Justice hanno già un posto al sole, mentre per Yuksek è solo un viaggio d’inizio. Appena comparso nel mondo dell’elettronica in Francia, non c’è più niente che lo ostacoli anche al di là della scena francese. Il suo pseudonimo "Yuksek" (“alto” in turco) dà un’idea delle sue intenzioni: arrivare al top. Il giovane ha scelto un buon nome e ha anche parecchio talento. Chissà, magari supererà persino i Justice.

Francia, primavera 2009: Il brano "Tonight" dal suo album di debutto "Away from the sea", è un grande passo avanti o come dirà lui stesso un passo "verso l’alto" per la carriera di Alexandre. Inizia a scaldare le piste da ballo europee e garantisce gli spintoni all’ingresso dei club. Lo ispirano i suoi frequenti viaggi, i soggiorni in hotel e le notti insonni: è spesso la solitudine che aiuta Yuksek a catturare i momenti. Così è nato anche il colpo più recente "On A Train". La sua musica? E’ un mix per cui non si sa se ballare, urlare, ridere o piangere e che ripercorre tutti i registri non-stop. Un groviglio di emozioni e suoni, a cui si aggiunge una voce tranquilla ed eccezionalmente dolce che trasporta in un altro mondo, il suo. E’ facile imparare. Basta chiudere gli occhi e… lasciarsi andare!

Parigi, estate 2011: "Always on the run!". E' con questo titolo che venerdì 26 agosto il dj e produttore di Reims, 33 anni, ci presenta a Parigi il suo secondo album,” Living on the edge of time”. Apparso il 13 giugno nei negozi di dischi l’album ha dato il via ad un tour europeo e a un piccolo tour concomitante in Corea del Sud. Gran cambiamenti in pista! Dai suoni elettronici puri del suo album di debutto, passa ad un electro-pop, che saprà raggiungere senza dubbio un pubblico ancora più ampio.

Flashback, Francia, 20:11

Mega Mistery band, Europa, 2011: "Everywhere in town"! Il nome del gruppo sconosciuto "Mega Mistery band" ha fatto parlare. L’indefinibile miscuglio electro-pop avrebbe dovuto rendere Yuksek unico all’orecchio degli intenditori. Strade analoghe erano già state intraprese da gruppi come i Daftpunk, i Kraftwerk o i Justice. L’idea accattivante è stata frutto dell'ufficio marketing del marchio francese"Hollywood": lanciare un nuovo tipo di gomma da masticare, con un logo a forma di punto interrogativo("?"), che portasse le papille gustative ad un gusto mai provato prima, sconosciuto. Associando la pubblicità a una canzone di un gruppo misterioso. In definitiva la gomma dal gusto misterioso è stata per Pierre-Alexandre una manna dal cielo. La musica infatti influisce sul comportamento umano, e la musica che viene trasmessa dai media quando è ancora sconosciuta crea una sorta di ronzio in testa. I forum sono esplosi, i video di gruppi emergenti si sono moltiplicati e a trarne beneficio è stato tanto Yuksek (la Mega-Mistery-Band) quanto il marchio Hollywood. Uno dei suoi brani è stato scelto dalla società e la sua notorietà è salita alle stelle, nonostante lo slogan "Music is stronger than fame". Ma non è tutto. La società di produzione Konbini ha diffuso il video della pseudo band di dj anche a Barcellona, Atene e Lisbona costruendo l’enigma (‘Chi c’è dietro la Mega-Mistery-Band?’) in maniera perfetta. Ciò di cui siamo certi è che con Yuksek non si scappa dalla "Fraîcheur de vie" (“la freschezza della vita”, slogan pubblicitario del marchio di chewing gum)!

Treno espresso, Europa 20:11

2011/2012: "On a train"! Per il suo tour 2011/2012, in cui toccherà Berlino, Londra, Varsavia e Barcellona (tra le tante città), Yuksek è accompagnato sul palco da Clément (tastiera, basso e voce) e Leonie (fresco di conservatorio, laureato in musica classica). Speriamo che nonostante i nuovi compagni trovi il tempo anche per l’ispirazione. E chissà, dopo il periodo electro-pop magari scopriremo un altro lato del bel francese, farà battere più forte non solo le casse ma anche il cuore delle ragazze, farà girare più veloci i cd e trascinerà anche i più scettici in pista. O almeno così sembra.

Foto: Tittelbild: (cc)nudevinyl/flickr; Testo: (c)offizielle homepage von Yuksek; (cc)mugley/flickr; (cc)Renata Chebel SP:00/flickr; Video: yuksekVEVO/youtube; megamysteryband/youtube