Cultura

Un tocco d'Europa agli Oscar 2010

Articolo pubblicato il 05 marzo 2010
Articolo pubblicato il 05 marzo 2010
Durante gli Oscar siamo sempre stati abituati a concentrarsi sul premio riservato al miglior film o al migliore attore o attrice protagonista. Ma ecco qui per voi tutte le nomination europee: i volti più ricercati dai fotografi ma anche quelli meno conosciuti, quelli che passano sul tappeto rosso senza richiamare le attenzioni del grande pubblico.
La cerimonia quest’anno si terrà al Kodak Theater, domenica 7 marzo.

Spagna

Cominciamo la nostra lista di nomination europee dal sud, dalla Spagna, con Penelope Cruz piuttosto a suo agio nel ruolo di femme fatale nel film "Nine" (Rob Marshall) – date un occhio alla sua performance eccentrica. Sarà sufficiente per vincere il secondo Oscar consecutivo, dopo "Vicky Cristina Barcelona" (Woody Allen)?

La sorpresa : "La principessa e il ranocchio" ("The lady and the reaper") di Kandor Moon, lo studio spagnolo di animazione creato da Antonio Banderas, in lizza per il premio di miglior film d’animazione

Francia

"Un Profeta" ha già ottenuto 9 statuette alla cerimonia tutta francese dei César. Il regista Jaques Audiard ha così battuto il suo record personale del 2006, quando vinse 8 statuette con il film "Tutti i battiti del mio cuore" (“De battre mon coeur s'est arrêté”). Questi successi casalinghi lo aiuteranno ad arrivare all’Oscar per il miglior film straniero?

La sorpresa : Tre compositori francesi sono in lizza per l’Oscar. Reinhardt Wagner, Frank Thomas, e Alexandre Desplat. "Coco avant Chanel" (Anne Fontaine) é stato nominato per i migliori costumi. E infine "Logorama" del collettivo français H5 è candidato all’Oscar per il miglior cortometraggio d’animazione.

Senza dimenticare "French Roast" del regista Fabrice O. Joubert, ugualmente nominato per il miglior corto d’animazione.

Germania

Il favorito : "Il nastro bianco" ("Das weisse Band - Eine deutsche Kindergeschichte", Michael Haneke, 2009), Palma d’Oro all’ultimo Festival di Cannes. Uno dei favoriti per l’Oscar come miglior film straniero

La sorpresa: Hans Zimmer per la migliore scenografia con "Sherlock Holmes" (Guy Ritchie)

Gran Bretagna

I favoriti : la giovane attrice Carey Mulligan in "An Education" (Lone Scherfig). Un’altra attrice britannica nominata è Dame Helen Mirren ("The Last Station"). Il film diretto da Lone Scherfig potrebbe ottenere anche l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale (Nick Hornby).

Le sorprese: Jesse Armstrong, Armando Iannucci, Simon Blackwell e Tony Roche per la miglior sceneggiatura non originale ("In The Loop").

"Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo" (Terry Gilliam), "The Young Victoria" (Jean-Marc Vallée) e "Harry Potter e il principe mezzosangue" (David Yates) concoreranno per differenti Oscar quali miglior scenografia, migliori costumi e miglior trucco. E non perdete "A Matter of Loaf and Death", in corsa per il miglior cortometraggio d’animazione (Nick Park).

Italia

Solo sorprese per l’Italia : Alessandro Camon per "The Messenger". Lo scrittore e sceneggiatore nato a Padova divide la sua candidatura con il suo collega israeliano Oren Moverman in questo film di guerra. "Il Divo" di Paolo Sorrentino nominato per il miglior trucco.

Irlanda

Gli irlandesi celebrano al loro tripletta nell’edizione 2010 : "The secret of Kells" è il primo dei tre. Opera di Tomm Moore e Nora Twomey. In lizza anche "The Door" (Juanita Wilson), film che affronta il dramma di Chernobyl del 1986, senza dimenticare "Sleeping Beauty" di Granny O’Grimm.

Scandinavia

Le sorprese: provenienti da Svezia e Danimarca, "Instead of Abracadabra" (Patrik Eklund) e il regista Joachim Back per "The New Tenants". Entrambi cortometraggi d’animazione.

Austria

Il favorito: Christopher Waltz, in "Bastardi senza gloria", film nominato anche per l’Oscar per il miglior regista, miglior montaggio e miglior fotografia. Un premio agli sforzi di Tarantino, che ci propone un film assai babeliano, con attori che parlano francese, tedesco, e anche italiano...