Cultura

Tempi duri per la pistola più veloce del West

Articolo pubblicato il 08 febbraio 2007
Articolo pubblicato il 08 febbraio 2007

Negli anni Settanta il deserto spagnolo servì da scenario per gli spaghetti western, versione italiana originariamente caricaturale delle pellicole hollywodiane a base di cowboy e sparatorie.

Il nome del grande regista Sergio Leone è associato ancora a questo tipo di film: economici e facili da girare. Proprio come gli spaghetti.

Negli spaghetti western si esagerava tutto. Anche se fino all’ultimo momento i cattivi erano in vantaggio e sul punto di uccidere i buoni, svaligiare la diligenza e rapire la fidanzata dello sceriffo, alla fine quest’ultimo giungeva in tempo a salvar tutti. Da queste origini cinefile trae spunto la strana espressione: ¡Eres más lento que el caballo del malo!, che gli spagnoli dicono ai lentoni: “sei più lento del cavallo del cattivo”.

A ciò si avvicina molto il Te misti ca un cal impiedicatrumeno (“Ti muovi come un cavallo che inciampa ogni tre per due”). “Vai più lento di un carro di buoi” (, pronuncia pigainis san arampàs) ribattono i greci. Che usano anche paragoni con animali, come il classico “sei più lento di una tartaruga” che quasi tutte le lingue europee hanno adottato.

Ma è veramente così terribile essere lenti? Il nostro italico “sei una lumaca!”, si trasforma nel bulgaro (pronuncia baven kato okhljuv, “più lento di una lumaca”). Sono animali, questi, tanto lenti che per copulare necessitano di 6 ore. Ma quindi, pensandoci bene, se lo sceriffo divenisse rapido e veloce, forse la sua fidanzata preferirebbe andarsene con i cattivi del film, no?