Cultura

Se l'estate è high cost, la vacanza è low cost!

Articolo pubblicato il 20 agosto 2010
Articolo pubblicato il 20 agosto 2010
L’hai guardato e riguardato per mesi... era il volo per la destinazione agostana di quest’anno! Ma, inevitabilmente, guardavi e riguardavi ogni mese anche il conto in banca: gli accrediti sempre gli stessi... gli addebiti sempre di più! E così, in un attimo, è già estate: i prezzi sembrano subire una metamorfosi, una lievitazione naturale cui il malcapitato turista non può che soccombere.
L’unico modo per non restare a casa è buttarsi sul low cost!

Si parte dalla prenotazione del viaggio: vai in un’agenzia e ti rendi conto che i prezzi promozionali sono solo un miraggio! A quel punto, cosa fai? Puoi assecondare la moda dell'Europa in crisi economica e optare per lo staycation (cioè restare a casa, magari senza farlo sapere ai vicini), altrimenti puoi scegliere una vacanza alternativa alla “Into the wild” (costi abbattuti all’origine, certo, ma tieni sempre ben a mente il finale del film!), oppure… puoi scegliere il fai-da-te!

Ebbene sì, una volta, una famosa pubblicità di villaggi turistici ironizzava sul fai-da-te. Oggi, invece, sembra il metodo più utilizzato al mondo quando si decide di organizzare un viaggio. Il problema è come orientarsi nella marea di possibilità offerte dalla rete. Da dove cominciare? Beh, per prima cosa, è ovvio, ti butti a capofitto sul sito di una compagnia aerea low cost! Poi, quando ti rendi conto che di low cost è rimasto solo il nome… ti decidi ad affrontare la giungla del risparmio-a-tutta-forza!

Se sei fortunato, anche la vacanza fai-da-te ha i suoi pregi

Ti devi affidare a un motore di ricerca: di solito, ne devi scegliere uno (ma anche più di uno, se il motore di ricerca di voli aerei è un meta search come, ad esempio, skyscanner) per il volo che ti porterà a destinazione, o quasi; poi uno per quello che ti porterà alla vera destinazione finale (gli aeroporti sono di solito un bel po' fuori mano); e ancora uno per gli hotel. Se poi, addirittura, vuoi anche qualche servizio aggiuntivo, non ne parliamo nemmeno.

Ma districarsi nel labirinto della Rete non è sempre facilePer fortuna, il web alle volte sembra anche venirti incontro: è fresca fresca di nascita (per questo, forse, ancora non avrai avuto modo di provarla) un’applicazione geniale che si chiama Movolo. È l’unica che, inserendo semplicemente il tuo indirizzo di partenza (proprio quello di casa tua, se vuoi), e quello di destinazione, ti trova il modo di arrivarci fornendoti tutte le migliori soluzioni possibili. La rivoluzione sta nel fatto che non devi andare a cercarti tu i mezzi per finalmente giungere all’agognata meta vagando per il web. In più, dandoti veramente tutte le alternative di viaggio possibili, ti permette di visualizzare sempre la soluzione più economica.

E allora, valigia in spalla, ti tocca cambiare hotelDi solito, infatti, tocca a te armarti di pazienza e confrontare i vari prezzi tra le varie compagnie, e, magari, cercare anche di combinare un volo low cost con uno “tradizionale”, per cercare di risparmiare e di non giocarti metà delle ferie in aeroporto in attesa delle coincidenze. Bene, Movolo introduce quest’altra grande novità: low cost, voli tradizionali, treni, autobus, auto a noleggio, traghetti… chissà, un giorno anche biciclette e monopattini a noleggio. Tutto, ma proprio tutto quel che al mondo esiste per farti viaggiare, senza doverti preoccupare di andare a cercare "googlando" per ore!

Una volta preso il biglietto, qualsiasi esso sia, per qualsiasi destinazione tu abbia scelto, inizia una nuova avventura. Se i tuoi piani sono di arrivare e cercare un alloggio sul posto, ti renderai conto che la moltiplicazione dei pani e dei pesci non è una leggenda: chiami perché l’annuncio prevedeva un prezzo, vai a vedere l’appartamento, e ti trovi magicamente un prezzo superiore! Per gli hotel, la storia non cambia, e se decidi anche solo di voler magiare giusto per sopravvivere, ti ritrovi salassato: il menù turistico prevedeva un prezzo, ma, chissà perché, si erano dimenticati di dirti che non includeva bevande e coperto… non proprio economiche.

Come rifiutargli qualche moneta? Ma... attenzione al cambio!Non è finita qui: se la tua meta di quest’anno è una grande città, non potrai non imbatterti in decine di artisti di strada… alcuni così bravi da non poter evitare di “finanziarli” con almeno una monetina... spesso la peschi a caso dal portafoglio, e, quando verifichi il cambio, scopri che quelle monete corrispondono a un bel po' di euro. Se una sera decidi di permetterti il lusso di un taxi, armati di pazienza e inizia a contrattare il prezzo prima di salire a bordo: sono molte le città in cui i tassisti hanno fama di essere “cacciatori di turisti”, come Praga o Roma ad esempio! Insomma il soldo spicca il volo dalle tasche del viaggiatore e raramente prende una via low cost!

Ma, nonostante tutto, dopo un lungo respiro, hai deciso: questa vacanza te la meriti! Eccome se te la meriti! Clicchi su “completa l’acquisto”, quasi chiudendo gli occhi per la paura che il conto in banca possa esplodere per quanto a rosso si ritroverà nei 5 secondi successivi. Ma al ritorno, ne sei certo, non te ne pentirai! Del resto, come diceva recita una massima dello scrittore Ashleigh Brilliant: «Stare al mondo può essere caro, ma è incluso nel prezzo un viaggio intorno al sole gratis ogni anno!». Tanto vale cominciare ad ammirarlo da tutti gli angoli del mondo!

Foto: inrsoul/flickr; sandcastlematt /flickr; f1uffster (Jeanie)/flickr; Tony Blay/flickr; Artisti per Strada/flickr