Cultura

Scoprire l’Europa in treno

Articolo pubblicato il 12 agosto 2008
Articolo pubblicato il 12 agosto 2008
L’Interrail, attivo da oltre trent’anni, è ancora uno dei modi preferiti per viaggiare nel Continente. E l’offerta è sempre in aumento: treni collegati con i maggiori festival d’Europa.

Il treno, dopo aver lasciato l’ultima città, corre veloce attraverso la campagna. Il paesaggio estivo, attraverso il finestrino, cambia dolcemente, senza strappi. Lo zaino è ingombrante e i piedi sono doloranti. I tuoi compagni di viaggio chiacchierano instancabilmente, mentre tu ti godi in silenzio il viaggio che hai intrapreso. Sono questi i sentimenti che animano lo spirito dell’InterRail: un’esperienza unica e a misura di giovane, per scoprire l’Europa in libertà.

Un treno per l’Europa

Per chi ancora non lo sapesse: l’Interrail è uno dei modi migliori e più economici per viaggiare attraverso il Vecchio Continente. Uno speciale biglietto ferroviario personale con una durata a tempo, che permette di toccare trenta Paesi e oltre 40.000 stazioni. Nasce nel 1972, in occasione del 50° anniversario dell'Unione Ferroviaria Internazionale. Con l’ampliamento dei confini europei verso i Paesi dell’Est, in seguito alla caduta del muro di Berlino prima e all’allargamento dell’Ue poi, è stata necessaria una nuova riorganizzazione dell’InterRail. Nel 2005 la Comunità Interrail ha incluso un nuovo Paese partecipante: la Bosnia-Erzegovina.

A ciascuno il suo

La novità di quest’anno prevede un biglietto con due opzioni principali: Global Pass e One Country Pass. L'InterRail Global Pass è valido su tutte le ferrovie nazionali ed alcune ferrovie private di tutti i 30 paesi. È disponibile con diversi periodi di validità, da 5 a 10 giorni (flessibile) ad 1 mese (continuo). L'InterRail One Country Pass è la scelta migliore se si desidera visitare un solo paese europeo, tranne il proprio. Il biglietto copre un periodo di validità di un mese, e a far variare il prezzo è il numero di giorni utilizzabili per viaggiare, da 3 a 8. I prezzi per un biglietto InterRail variano a seconda delle esigenze e delle possibilità: sul Global Pass si va dai 159 euro per un biglietto di 2° classe valido per 10 giorni per under 26, fino a un massimo di 809 euro per l’interno mese di viaggio, in prima classe per adulti. Per quanto riguarda l’One Pass Country ogni paese adotta tariffe differenti, che variano a seconda dei giorni di utilizzo, per un massimo di 30 giorni. Si può andare dai 30 euro per un 2a classe giovani in Turchia, valido per 3 giorni di viaggio in un mese, fino ai 309 euro per un 1a classe over 26 in Austria valido per 8 giorni di viaggio.

Non solo Europa

©Kheng Guan TohI Pass InterRail possono essere utilizzati esclusivamente dai residenti europei più la Turchia. Ma non tutto è perduto: esiste l’Eurail pass. Si tratta di un programma nato nel 1959 che permette di usufruire di un pass per viaggiare in venti paesi d’Europa. L’Eurorail pass è emesso dall’Eurorail group, lo stesso gruppo che gestisce l’Interrail. Eurorail offre speciali tariffe per eventi che si svolgono in Europa. È possibile andare all’Expo di Saragozza, allo Sziget Festival (Budarest) alla Festa della Birra a Belgrado o al Festival di Salisburgo. Praticamente tutti gli eventi culturali del Continente che vengono raggiunti grazie a un biglietto Euro pass danno diritto a prezzi scontanti.

Un meccanismo questo, che insieme all’offerta molto varia e alla copertura quasi totale del mercato, permette di aumentare continuamente la rete e il giro di affari. L’Eurail Group, alla fine del 2007, ha annunciato che il suo giro di affari è aumentato del 34%, cioè un giro d’affari di 41,5 millioni di euro. Il direttore generale del gruppo, René de Groot, si felicita degli obbiettivi e punta, da ora, ad un aumento del giro d’affari del 10% annuo.

Quest’anno, già per la terza volta, l’Euro Rail group G.I.E. ha sostenuto un progetto promosso dall’associazione italiana Viaggi e Libertà, dal Glocal Forum e in collaborazione con l’Ue. Si tratta di Rail for Peace, un progetto che permette ai giovani provenienti dal Kosovo, dalla Bosnia-Erzegovina e dalla Serbia di incontrare i loro colleghi europei e di viaggiare con loro alla scoperta del Continente.

In ogni caso l’Interrail continua ad avere fan. Numerosi i blog di appassionati che raccontano le loro esperienze e dispensano consigli e accorgimenti. Per esempio interrail.experience.free.fr offre un panorama delle truffe o delle cose da non perdere in vari Paesi, dalla Grecia all’Italia, dall’Austria alla Slovacchia. Una cosa che non bisogna mai dimenticare? I tappi per le orecchie. E attenzione alla stanchezza, ci rende facilmente vittima di furti. Non resta che preparare gli zaini e andare in stazione, l’Europa aspetta.