Cultura

Mrs, miss or ms?

Article published on 08 marzo 2010
Article published on 08 marzo 2010
Durante il periodo che ha preceduto la Giornata Internazionale della Donna dell’8 marzo, uno dei dibattiti che si è ripresentato all’interno di Cafebabel è: quand’è che gli inglesi si rivolgono a una donna col titolo di “Ms”?

Stavo interrogando la mia classe di lingua francese circa le formule di cortesia in inglese. «Can I help you Missus?» suggerisce uno studente. Informo gentilmente gli studenti che chiamare qualcuno “Mrs” (signora) senza farlo seguire da un cognome ti fa sembrare quasi un venditore ambulante di Dublino. Questo è un ottimo spunto per affrontare un vecchio dibattito: “Miss” (signorina in italiano) è per le donne non sposate, mentre “Mrs.” (signora in italiano) per le donne sposate. Non avevo ancora mai avuto una classe che avesse indovinato l’ambiguo titolo onorifico “Ms”, un'altra abbreviazione di "mistress" (signora in italiano). «Si utilizza quando non si sa se la donna in questione è sposata o no», ho detto io semplicemente, o almeno pensavo. Il francese Florian sbuffa rumorosamente, facendo una pernacchia in segno di disapprovazione; il tedesco Sebastian mi mette a conoscenza di tutte quelle situazioni in cui si potrebbe utilizzare “Ms”; mentre la franco-saudita Fatima scuote i capelli in modo fiero, annuendo in maniera arrogante come se d'ora in poi sarà “Ms” per i suoi compagni che parlano inglese. Per tutti, un concetto nuovissimo.

Dall’altro lato invece, come straniero in Francia, sono ancora imbarazzato nel chiamare un’estranea “Madame” (signora) o “Mademoiselle” (signorina), come se in un attimo giudicassi sia l’età che la scelta di vita senza conoscerne nemmeno il nome. Non sono in grado di capire in che modo se la cavino le divorziate. Anche se persino nella lingua inglese è un nuovo termine, spiego alla mia classe. Per le donne che svolgevano una professione negli anni sessanta, lo stato civile poteva interferire con le prospettive di carriera, portando molte ad abbandonare il titolo invasivo di Mrs o Miss per Ms, forse più adeguato. Oggi, è un baluardo per il liberalismo e il politicamente corretto. In spagnolo e polacco, lo stesso termine “señorita” e “panna”, sono caduti in desuetudine, e le persone, evitando le vecchie maniere, alternano tra “doña/señora” o “pana”. In tedesco però esiste in realtà solo “frau”: il genere neutro “das Fräulein” è stato utilizzato durante l'ondata femminista degli anni settanta, oggi è utilizzato solamente per rivolgersi alle ragazzine o anche nella la cultura pop, come nell’ultimo film di Tarantino. Altre lingue dovrebbero seguirne l’esempio? La classe discute…

Foto: dovima_is_devine/flickr