Cultura

Mappa della settimana: i festival più cari dell'estate

Articolo pubblicato il 29 aprile 2015
Articolo pubblicato il 29 aprile 2015

Si avvicina l'estate con una timidezza più o meno proporzionale al paese in cui vivete. È possibile che a questo punto stiate pianificando il da farsi dei prossimi mesi e sicuramente qualche festival musicale vi sarà passato per la mente. Ma sapete i prezzi di quelli più famosi in termini di affluenza e cartellone? Vi offriamo una mappa per togliervi ogni dubbio.

I festival musicali estivi sono un classico dell'agenda di molti giovani europei; rappresentano una scusa per stare con gli amici, vedere dal vivo i gruppi che ascoltate quotidianamente, campeggiare e allontanarsi dalla routine. Ma che prezzo ha questo divertimento?

Se andate al Festival di Glastonbury, nel Regno Unito, o a Tomorrowland, in Belgio, il biglietto per tutte le giornate supera in entrambi i casi i 300 euro. A questo vanno aggiunti lo spostamento, l'alloggio e tutto quello che si consuma nell'area.

Li seguono da vicino i festival organizzati in Germania (Rock am Ring), Danimarca (Roskilde Festival) e Ungeria (Sziget Festival), con un ingresso completo a più di 200 euro. A livello di curiosità, e a difesa di questi prezzi non adatti a portafogli bucati, i festival di Roskilde e lo Sziget durano rispet-tivamente 8 e 7 giorni, mentre gli altri variano tra i 3 e i 4.

Per ultimi troviamo il Main Square in Francia e l'Exit in Serbia, che superano di poco i 136 euro, preceduti dall'Open'er Festival (153,849 euros), in Polonia, e dal Sonar (188,819 euros), in Spagna.

Beh, ora che avete tutte queste informazioni, vi resta solo da sperare che non si fermi né il ritmo, né il risparmio!

*I prezzi, indicati con estrema precisione, fanno riferimento al costo del biglietto per l'intera durata del festival.