Cultura

L’Europa litiga per un "fazzoletto da taschino"

Articolo pubblicato il 24 febbraio 2012
Articolo pubblicato il 24 febbraio 2012
Tra la Spagna e la Francia è la guerra. Tra la Germania e l’Italia, si fanno i conti. In questo momento, l’Europa litiga in una lotta serrata. Mentre l’Unione danza sulla corda, chi vincerà al fotofinish?

L’Europa non è più solidale, questo si sa. Impantanati in una crisi senza precedenti e continuamente minacciati dalle agenzie di rating, i paesi dell'Unione Europea litigano tra loro. Vincerà quello che seguirà la miglior cura di austerity o a quello che sarà dopato meglio? Comunque, è competizione.

L’Europa è un vecchio continente e gli Stati dell’Unione hanno tutti i mezzi, date le loro rispettive storie, per far valere la loro superiorità. La lotta è feroce, accanita. E serrata. Ecco perché, per molti paesi in corsa, sembrerebbe che il fotofinish definisca il vincitore grazie ai capelli. Cosi in Polonia il vincitore vincerà la prova o mały włos (letteralmente "per un pelo"), in Spagnapor los pelos e in Germaniahaarscharf. Soltanto quando si è calvi in Gran Bretagna possiamo sempre vincere con i baffi: he won by a whisker (“vinse per un baffo").

Per un pelo, un orecchio, un baffo… restiamo eleganti e esprimiamoci in francese. Anche se il francese può vincere per un pelo o di un capello, può anche affermare che tutto si è svolto dans un mouchoir de poche (in un fazzoletto da taschino). L’espressione riveste, in sé stessa, un carattere particolare dato che in origine, al XVI secolo, serviva a distinguere la nobiltà – che utilizzava questo quadratino di tessuto per soffiarsi il naso – e il popolo – che per la stessa operazione utilizzava le maniche. Lo spazio in cui mettere il tessuto era così piccolo che vi ci si poteva inserire tutto ciò che aveva valore. Oggi, l’espressione mantiene soltanto il principio dello spazio. Questa espressione significa oggi “è successo per poco”.

Alla fine rimane molta umiltà nella saga delle espressioni in Europa. Riconoscere una vittoria di Pirro significa fare fair-play. Gli inglesi hanno invece inventato un concetto: la pelle dei denti (he won by the skin of the theeth). In effetti si tratta del sinonimo di “nulla”. Allora tutta questa competizione per nulla? Attenzione. Non dimentichiamo che in Europa esiste la falsa modestia. Perché un fazzoletto, fino a prova contraria, serve soprattutto ad asciugare la lacrime del perdente.

Foto di copertina: (cc) texaseagle/flickr.