Cultura

Inverno Pop: news musicali 2008

Articolo pubblicato il 10 gennaio 2008
Selezionato dalla redazione
Articolo pubblicato il 10 gennaio 2008
La stagione fredda si accende grazie a interessanti tonalità rock norvegesi, a una fata parigina del remix, ma anche ad una pop band ungherese e a un po' di nostalgia messicana.

The Moog: Sold for Tomorrow

(©Németh Kristóf 2006/moog.hu)

The Moog: Sold for Tomorrow

Da dove verranno fuori questi cinque ragazzetti super tirati, taglio di capelli ultimo grido? Inghilterra? Galles? O forse Svezia ? Niente di tutto ciò.

I The Moog arrivano dritti dritti da un Paese di cui sappiamo davvero poco, in materia di pop rock: l’Ungheria. Il gruppo, nato da un piccolo progetto tra amici, si è presto trasformato in un’autentica “success story”: The Moog ha infatti ottenuto un contratto con una casa discografica americana.

Il loro album, Sold for tomorrow, può essere considerato un degno sfidante per le sonorità svedesi dei The Hives.

Già disponibile nei negozi.

Megaphon Import Service

Roxana Rio: Versos de Agua

"Desierto sin ley" von Roxana Río & Javier Ojeda

La cantante messicana Roxana Riofa musica da quand’era piccolissima. Non c’è da stupirsi, quindi, che a Madrid, dove vive da qualche anno, sia già diventata una star. Grazie al passaparola, riempie tutte le piccole sale da concerto di Spagna. Il suo secondo album, Versos de Agua, svela una voce scura e malinconica, che non esita ad alimentatare sul palco a sorsi di tequila.

La particolarità del suono “Roxana” si nasconde nella commistione delle sue origini messicane con gli altri stili a cui si ispira: la canzone francese, il pop spagnolo o il jazz. È lei stessa autrice della maggior parte dei tredici pezzi dell’album. Tre canzoni sono interpretazioni di melodie folk del Paese azteco. Se avete voglia di una dose di nostalgia messicana, lasciatevi trasportare nel mondo meraviglioso di Roxana Rio.

Uscita: 15 gennaio 2008

Warner Music Spaniel

Missil: Targets

(©beatsinternational.com)

Per i critici non è che un «peso piuma», ma il popolo della notte francese l’ha eletta a propria divinità, conquistato dalla sua creatività. La venticinquenne parigina cerca di dare un’etichetta alla sua musica, ma una parola sola non basta: «Electro, hip hop, rock, baile funk, dubstep, reggae, dancehall e molto altro ancora», dichiara. Pochi fra i suoi fans sanno che Missill, oltre ad essere una deejay, è anche grafica e stilista. Si fa da sola i vestiti, e anche i videoclip. Il debutto di DJ Missill, le sue idee venute dalla strada e il suo suono innovativo, ha rappresentato un vero uragano per il mondo delle discoteche.

Uscita: 18 gennaio 2008

Discograph / Rough Trade

The National Bank: Come on over the other side

(©Emarcy)

Quando il quintetto norvegese The National Bank ha proposto il suo primo album nel 2004, ha sorpreso un po’ tutti, dalla critica al pubblico, con la sua musica pop martellante. Ha anche ricevuto il premio Spillmans, equivalente norvegese dei Grammy, come migliore gruppo dell’anno, prima di concedersi tre anni sabbatici molto creativi.

Nessuno fra i membri del gruppo viene in realtà dalla scena pop. I fratelli Martin e Lars Horntveth si sono creati una solida reputazione grazie alla prodigiosa formazione jazz/rock Jaga Jazzist.

Anche il pianista Morten Qvenild ha fatto le sue prime esperienze nel jazz. Il bassista Nikolai Eilertsen è invece molto più rock’n’roll. Tutte queste differenti influenze fanno del disco Come on over the other side, un vero successo artistico che segnerà senza dubbio questo inizio anno.

THE NATIONAL BANK: "FAMILY"

Uscita: 22 febbraio2008

Emarcy Records / Universal