Cultura

Franca Rame: morte accidentale di un'attrice

Articolo pubblicato il 29 maggio 2013
Articolo pubblicato il 29 maggio 2013
Muore a 84 anni Franca Rame, stella del teatro italiano, compagna di vita e di palcoscenico di Dario Fo. L'attrice era malata da tempo e si è spenta nelle braccia dei soccorritori. "Quando ero piccola, sette, otto anni, mi veniva in testa un pensiero che mi esaltava: morire. Quando morirò? Com’è quando si muore? Come mi vestirò da morta?", questo aveva scritto sul suo ultimo post.

Aveva come compagni di stanza marionette e burattini. Nata in una famiglia di teatranti, Franca Rame, classe 1929, originaria di Parabiago nella provincia di Milano, all’età di 8 giorni è già in scena, da protagonista negli spettacoli dei genitori.

Caro Dario tutto quanto ho scritto è per dirti che se non torno in teatro muoio di malinconia

Nel 1954, conosce Dario Fo, attore teatrale dal quale sceglierà di non separarsi mai più. Insieme, Dario Fo e Franca Rame realizzano il sogno sessantottino sul palcoscenico, con un teatro militante e feroce, inevitabilmente impegnato, intriso di satira, come i monologhi Mistero Buffo, Morte accidentale di un anarchico e i testi femministi come Grasso è bello! e Tutta casa, letto e chiesa.

È nel decennio che annunciava già gli anni di Piombo che Franca, attiva sul fronte sociale, viene rapita da un manipolo di estremisti di destra. È il 1973 e l'attrice subisce ogni tipo di violenze ma la sua storia è messa quasi incredibilmente a tacere. Lo stesso reato, dopo 25 anni, cade in prescrizione e i suoi aguzzini non sono mai stati condannati.

Nel 2006, Franca Rame entra in politica schierandosi insieme all’Italia dei Valori di Antonio di Pietro. Eletta senatrice in Piemonte, abbandonerà definitivamente il Senato nel 2008, non condividendone la linea governativa. Continua, tuttavia, a impegnarsi sul fronte sociale dalle colonne del suo blog.

Sono nata nel 1929. Quando ero piccola, sette, otto anni, mi veniva in testa un pensiero che mi esaltava: morire. Quando morirò? Com’è quando si muore? Come mi vestirò da morta? Forse mamma mi metterà quel bel vestito che m’ha cucito lei di taffetà lilla pallido orlato da un bordino di pizzo d’oro”. Così inizia il suo ultimo post sul blog sul Fatto Quotidiano. È una lettera d’amore a Dario Fo, ma soprattutto lo sfogo di un’attrice di successo condannata all’immobilità, alla nostalgia del sipario. “Caro Dario tutto quanto ho scritto è per dirti che se non torno in teatro muoio di malinconia”. Franca Rame è stata ricoverata il 19 aprile del 2012 al Policlinico di Milano in seguito a un ictus. Negli ultimi mesi le sue condizioni erano gravemente peggiorate. È morta questa mattina, a 84 anni.

Foto: copertina (cc) Franca Rame/facebook; video © BoDtion/YouTube