Cultura

Cuba: l'addio di Castro. Le foto

Articolo pubblicato il 22 febbraio 2008
Selezionato dalla redazione
Articolo pubblicato il 22 febbraio 2008
Il 19 febbraio 2008 Fidel Castro ha annunciato che non si ripresenterà per la carica di Presidente alla prossima riunione dell'Assemblea Nazionale di domenica 24 febbraio. Uno sguardo su Cuba, dove sembra che nulla cambi.

Fidel con Che Guevara, a sinistra. A destra Fidel Castro il 19 February 2008 (Foto: nelson piedra (nopiedra)/ sagarabardon/ Flickr)

Homepage photo: (Carolonline/ Flickr)

La popolazione di Cuba non è bombardata di pubblicità ma di immagini di Che Guevara, Fidel e Jose Martin.

Gli slogan qui sopra si riferiscono a cinque prigionieri cubani che lavoravano nei servizi di spionaggio anti-castristi a Miami negli anni Novanta. Sono oggi vengono celebrati come martiri della causa.

1. Un salone di bellezza nel centro della città. Le fotocopie delle liste dei candidati alle elezioni sono la principale fonte di informazione, soprattutto per la popolazione rurale, che non ha accesso alla televisione.

2. Il voto a uno degli oltre 600 collegi del Paese.

Un coltivatore di tabacco a Viñales. Come ogni altro lavoratore del Paese, dagli inservienti ai dottori, guadagna un salario di stato di 200 pesos (circa l'equivalente di venti dollari americani) al mese. In via eccezzionale gli è consentito di tenere per sé il 5% dei prodotti che coltiva. Grazie a questo può vendere ai turisti succo di canna da zucchero, rhum, e sigarette fatte a mano a partire da foglie e che chiude con il miele.