Berlino

Benvenuto tra i mondi

Articolo pubblicato il 12 febbraio 2009
Articolo pubblicato il 12 febbraio 2009
Welcome Francia, 2008, 116 min Regia: Philippe Lioret Interpreti: Vincent Lindon, Firat Ayverdi, Audrey Dana Sezione: Panorama Special di Anne Preckel Un corpo galleggia nel mare tra i paesi. Questa scena dal film "Welcome" di Philippe Lioret che descrive al meglio la situazione dei numerosi clandestini i quali ogni giorno arrivano alle frontiere e le spiagge dell'Europa.
Dopo che Jamal, un giovane curdo da 17 anni, arriva a Calais in Francia ha passato una fuga faticosa di mesi dalla guerra in Irak. Ha solo un'obiettivo: Gran Bretagna. Li vuole incontrare il suo amico e la sorella di esso la quale ama profondamente. Dopo un tentativo fallito d'entrare illegalmente in Inghilterra in camion, prende una decisione disperata: Prende lezioni di nuoto per poi attraversare il mare tra Francia e Gran Bretagna nuotando. Il suo insegnante francese di nuoto diventa un'amico ma viene confraontato con sfiducia, pregiudizi da parte dei suoi connazionali. In più entro in conflitto con la polizia francese. Non sono solo la sofferenza e le mancanze di questo giovane immigrato che fanno così triste il film. Sono anche le leggi inumane della politica francese d'immigrazione che vietano ai Francese d'aiutare gli immigrati: ne potrebbero arrivare altri e, in realtà, come recita il titolo del film, non sono molto "benvenuti". Attraverso una storia personale di sofferenza il film mette in focus il tema difficile della politica d'immigrazione europea - un tema, del quale si deve occupare non solo l'Unione Europe, ma tutti questi che si sentono troppo "a casa".

photo: Berlinale

Non perdete recensioni e notizie sulla Berlinale dal tappeto rosso