• Cavriglia, la memoria di una "piccola Italia"

    di il 12 agosto 2015

    Sono passati 71 anni dall'eccidio nazista di Castelnuovo dei Sabbioni, sulle colline del Chianti. L’uomo che perde traccia della propria memoria è un uomo che non sa dove andare: l’Italia di chi ricorda è a rischio di estinzione e dovrebbe tornare al centro di un progetto di valorizzazione. 

  • Jesse England, l'uomo che fotocopiava gli e-book

    di il 22 giugno 2015

    Se il commesso della libreria dove avete acquistato un libro si presentasse un giorno a casa vostra per riprenderselo, voi come reagireste? Nel 2009 una cosa simile è accaduta in America. La libreria era virtuale, il commesso si chiamava Amazon e molti utenti ne hanno denunciato il furto. Jesse England, un artista multimediale di Pittsburgh, ha pensato a qualcosa di molto interessante.

  • "Tanato-tecnologie": messaggi dall'aldilà

    di il 11 maggio 2015

    Laura ha 56 anni. Fino al 2011 gestiva un bar. Non usava il computer e non aveva un account Facebook. Oggi il bar non ce l’ha più, l’ha venduto. Ha imparato ad usare il pc e la prima cosa che fa al mattino è accendere il portatile, sistemarlo sul tavolo della cucina e inserire login e password.  

    Laura è una mamma e Giulia, sua figlia, è morta cinque anni fa.

  • Le metamorfosi di Emy: quando la natura diventa arte

    di il 27 aprile 2015

    A Emy le idee più belle vengono quando esce il sole. E come ogni brava strega riesce a fare, in quei giorni girovaga per il bosco cercando boccioli secchi da risvegliare e legnetti recisi a cui dare nuova vita

  • Geocaching: storie di cacciatori 2.0

    di il 09 aprile 2015

    Ho due occhi. Uno funziona bene, l’altro meno, gli oculisti lo chiamano pigro. Io però so che gli occhi pigri ce li abbiamo tutti, l’ho capito giocando a un gioco strano. Si chiama Geocaching, è stato inventato in America ed è una caccia al tesoro senza limiti di spazio, una caccia al tesoro da giocare in tutto il mondo.

  • Pendolari di carta

    di il 27 marzo 2015

    Un momento diverso in una giornata uguale a tutte le altre in cui i libri diventano pendolari inconsa-pevoli tra le mani dei vostri futuri ex-sconosciuti. Domenica 29 marzo torna la giornata "Regala un libro a uno sconosciuto!"

    Esci di casa, porta con te la tua storia preferita e donala senza pensieri a chi cattura la tua attenzione. Unica regola: solo ventiquattr’ore di tempo.