"Young Journalist and Writers" solleva le coscienze sui problemi globali

Articolo pubblicato il 04 aprile 2015
Articolo pubblicato il 04 aprile 2015

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Solo due mesi fa mi stavo candidando per entrare a far parte di "Young Journalist and Writers", un'interessante piattaforma web (conosciuta come YJAW) di scrittori, giornalisti e gente entusiasta, tutti accomunati dalla stessa passione: scrivere e condividere idee con i propri simili in tutto il mondo. Per spiegare come YJAW è stata creata, bisogna partire dal Pakistan, dove tutto è cominciato.

Articolo diZvijezdana Marković

Solo due mesi fa mi stavo candidando per entrare a far parte di "Giovani giornalisti e scrittori", un'attraente piattaforma web (conosciuta come YJAW) di scrittori, giornalisti e gente entusiasta, tutti accomunati dalla stessa passione: scrivere e condividere idee con i propri simili in tutto il mondo. Per spiegare come YJAW è stata creata, bisogna partire dal Pakistan, dove tutto è cominciato.

Nelle zone più arretrate di questo paese, secondo i costumi locali, le ragazze non potevano uscire in pubblico e partecipare alle attività quotidiane. Un giovane uomo di Lahore, dal nome Umair Rana decise di cambiare le cose e di iniziare a partecipare a un programma il cui principale scopo era quello di formare le giovani ragazze con conoscenze sui social media e sul giornalismo partecipativo, per permetter loro di farsi sentire in modo più efficace.

Lavorando sul problema delle giovani donne in Pakistan, Umair creò YJAW, una piattaforma web online di scrittori e fautori del cambiamento provenienti da tutto il mondo e ispirati dalla stessa causa: scrivere, condividere opportunità in aree prive di un'educazione formale, discutere di arte e utilizzare la piattaforma come strumento per il loro attivisimo.

I Cambiamenti del Mondo Possono Avvenire con una Singola Penna

Tutti i mesi gli scrittori sono obbligati a scrivere un testo scegliendo tra vari argomenti consigliati, ed ogni mese alcuni di essi sono pubblicati online sul sito di YJAW.

Umair, in quanto leader e creatore della piattaforma, ci spiega l'idea di questo spazio virtuale:"Solleviamo le coscienze sulle questioni globali attraverso il potere delle parole e dei nuovi media".

Wazir Khan Mosque in Lahore Pakistan Young Journalists and Writers Raise Voices on Global IssuesYoung Journalist and Writers solleva le coscienze sulle questioni globali

Lahore, Pakistan 

E la piattaforma "Young Journalists and Writers" è esattamento questo: un luogo dove le voci degli oppressi possono essere ascoltate. E' stata proprio l'opportunità di viaggare attraverso parti del mondo lontane e di alimentare la mia creatività che mi ha spinto a diventare parte di questa storia unica in molti aspetti:

1. La diversità: Yasir Kayani, anch'egli pakistano, rappresenta un autentico riflesso della ricchezza di questa piattaforma (YJAW) quando sostiene che è alla ricerca di "un'atomosfera intellettualmente ricca di culture diverse nell'associazione YJAW". Ma Yasir, affronta anche gli aspetti più pratici di YJAW. Lui ritiene che coinvolgendo i suoi membri nei debattiti sulle questioni sociali, potrebbero emergere alcune soluzioni alternative per risolvere questi problemi in modo più efficiente. Ciò dimostra che YJAW è senz'altro un luogo di menti creative.

2. L'educazione: Ho scelto di considerare anche un punto di vista femminile di questa storia. Ho intervistato Michelle Szad, una donna pakistana per la quale YJAW è un luogo dove la gente parla ad alta voce dei diritti femminili, al contrario del mondo reale. Attraverso il suo lavoro a YJAW, desidera educare la società.

3. Il processo di apprendimento: Mentre alcune persone utilizzano l'educazione come uno strumento potente per determinare la vita di molti, un'altra donna, Sajha Batool, definisce il suo lavoro con YJAW come un processo di apprendimento continuo che spinge un individuo ad essere più attivo e a sviluppare se stesso. Soltanto con un impegno attivo si contribuisce alla società.

4. Esplorare se stessi: Suraj Sharma ha condiviso la sua esperienza: attraverso la scrittura si possono esplorare i propri talenti nascosti ed espandere il diapason degli amici. Questo genere di cose rende la vita più bella.

5. Condividere all'infinito: Bibhul Luitel, un cittadino della capitale del Nepal riferisce che a YJAW hai la possibilità di conoscere persone dalla mente aperta e di iniziare il ciclo della condivisione infinita di esperienze. In pratica è un avventuroso viaggio intellettuale, per come io l'ho percepito dagli intervistati.

6. Sostegno: Dato che sono io stesso un esploratore, mi sono messo in contatto con un'altra parte del globo, nelle lontane isole dei Caraibi e delle Barbados, dove vive Lyn-Marie Blackman. Il lavoro a YJAW ha avuto una forte influenza nella sua vita, essendo diventata una sostenitrice del cambiamento positivo. "Posso aiutare la mia comunità", afferma, "elevando la consapevolezza mentale, emozionale e spirituale dei giovani della mia comunità". Con Lyn, mi sono accorta che YJAW potrebbe avere un impatto immenso sulle zone del mondo più distanti tra loro, dove potrebbe provocare grandi cambiamenti sociali.

Per approfondire:

http://www.mladiinfo.eu/2015/04/03/young-journalists-and-writers-raise-voices-on-global-issues/