WITHIN TEMPTATION ALLA LOTTO ARENA: UN CONCERTO GRATIFICANTE PER I NUOVI E I VECCHI FAN

Articolo pubblicato il 03 giugno 2014
Articolo pubblicato il 03 giugno 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Il 29 di Aprile, il gruppo metal sinfonico Within Temptation si è esibito alla Lotto Arena di Antwerp. All'altezza delle aspettative, il nuovo album ibrido del gruppo 'Hydra' non ha deluso.

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando i Within Temptation si sono formati nel lontano 1996. Hanno pubblicato sei album in studio, incluso un concept album accompagnato da fumetti e cortometraggi intitolato The Unforgiving, e nel 2012 hanno festeggiato il loro 15esimo anniversario assieme al popolo belga con un gigantesco evento chiamato Elements, nel quale sono stati accompagnati da Il Novecento Orchestra e altri invitati speciali.

Dopo aver fatto assistere i belgi, due anni fa, a uno spettacolo di così grande importanza, era chiaro che la band, quest'anno, avrebbe dovuto essere all'altezza quando sono tornati ad Antwerp per esibirsi alla Lotto Arena, in seguito all'uscita del loro nuovo lavoro Hydra. Sperimentando ad ogni nuovo album, Hydra ha portato la band in un'altra nuova direzione, con ritmi accattivanti e la partecipazione di numerosi artisti inclusi Xzibit e il soprano Tarja Turunen. L'album, nonostante i rischi corsi con l'utilizzo di un nuovo suono sperimentale, ha ricevuto opinioni quasi del tutto positive ed è stato un successo commerciale enorme.

Il concerto ha soddisfatto sia chi era venuto ad ascoltare i nuovi singoli sia chi voleva ascoltare i classici come Angels, The Cross e Ice Queen, il singolo che ha lanciato il successo internazionale del gruppo. I Within Temptation sono una di quelle band che non ti danno la sensazione di fare un tour solo perché così si guadagna di più che vendere CD, sembrano davvero amare esibirsi di fronte a un pubblico. Si presentano bene e hanno sviluppato modi di far sentire i presenti partecipi. La canzone che ha spiccato di più è stata Stand my ground con Sharon del Adel che offriva il microfono agli spettatori durante l'emozionante ritornello 'Stand my ground, I won't give in'. Altre spettacolari canzoni sono state l'energetica Jillian e la pacifica versione acustica di Sinéad. La presentazione del concerto era ottima, iniziata con la partecipazione della band di supporto Delain per poi catapultare il pubblico nel mondo astratto del lavoro dei Within Temptation, con i giusti effetti speciali e video inediti capaci di legare assieme le ambientazioni da favola che il gruppo trasmette con le loro canzoni.

Ovviamente il concerto era in scala ridotta rispetto a Elements, ma anche con meno su cui lavorare la band non ha deluso i propri fan e inoltre erano di buon umore, brindando ai loro sostenitori e raccontando barzellette nella loro lingua madre l'olandese.

L'unica pecca è stato l'attesa troppo lunga tra l'apertura e il concerto effettivo. In generale lo spettacolo è stata una bella esperienza per tutti i fan, vecchi e nuovi, e ha lasciato tutti soddisfatti e felici portando a casa un bel 4.5 su 5.