Uno sguardo europeo sulle elezioni in Spagna

Articolo pubblicato il 26 maggio 2015
Articolo pubblicato il 26 maggio 2015

In Spagna, i titoli dei principali quotidiani mettono l'accento sui risultati da "svolta politica" delle elezioni amministrative. Al di là delle tendenze ideologiche, l'idea della fine del bipartitismo compare in tutte le analisi, in una giornata di grande euforismo post-elettorale. Cafébabel si è affacciato sull'Europa, per vedere cosa riporta la stampa in una giornata come oggi.

Le Monde, Francia

Il giornale francese Le Monde dedica gran parte della sua sezione internazionale al tema delle elezioni tenutesi in Spagna. Fra i titoli di testa, spicca la vittoria di Ada Colau Barcellona, oltre agli interrogativi sul fatto che sia potuta diventare sindaca pur non avendo ottenuto la maggioranza per un governo in solitario. Allo stesso modo viene dato risalto al trionfo di Manuela Carmena, soprannominata "la rossa", e all'ascesa di nuove forze come Ciudadanos. Negli articoli si parla inoltre di cambiamento, assicurando come «queste elezioni municipali e regionali presuppongano un vero e proprio sisma politico», rappresentando di fatto la fine del bipartitismo presente «dai tempi della transizione democratica».

La Repubblica, Italia

D’altra parte, anche in Italia si osservano da vicino e con grande interesse i risultati elettorali spagnoli, aspettando di sapere quello che succederà la prossima settimana quando nel Belpaese si terranno le elezioni regionali. Il quotidiano La Repubblica, che parla di «terremoto elettorale», raccoglie le impressioni di vari rappresentanti politici fra cui il primo ministro Matteo Renzi, il quale afferma che il suo partito rema in direzione contraria al «vento che spira dalla Spagna, dalla Grecia o dalla Polonia», ma tuttavia concorda con l'idea che «l'Europa debba cambiare». Sulla sponda opposta, il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ribadisce come il risultato emerso dalle urne in Polonia e in Spagna «sia un duro colpo per i difensori dell'Europa e per tutti coloro che sono 'pro Bruxelles'».

Der Spiegel, Germania

In Germania, il giornale Der Spiegel, dà risalto al balzo in avanti della sinistra spagnola, manifestatosi con il risultato di Podemos e Ciudadanos, inquadrati come i "partiti di protesta". In aggiunta, si evidenzia il declino dei partiti storici (PP e PSOE) che hanno perso una parte importante del loro peso politico.

The Guardian, Regno Unito

Nel Regno Unito, una delle principali testate del paese, The Guardian, ha optato per una copertura ridotta di queste elezioni, mettendo pero' in risalto la crescita degli "indignados" spagnoli. Su questa linea i titoli, dedicati alla possibilità per gli indignati di governare Madrid e Barcellona, rispettivamente con Manuela Carmena e Ada Colau. In sintesi, si parla della vittoria nel capoluogo catalano «dell'attivista contro la povertà», mentre per Madrid si parla della «battaglia per il controllo» fra la "contessa" - in riferimento a Esperanza Aguirre - e "l'ex comunista" - alludendo a Carmena.